Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 2a giornata

2015-09-13 22:35:03
Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 2a giornata
Pubblicato il 13 settembre 2015 alle 22:35:03
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone A (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Domenica 13 settembre

Cuneo-Alessandria 0-1
Pur soffrendo l'Alessandria riscatta il ko della prima giornata con la FeralpiSalò e si impone 1-0 in casa del Cuneo. Il derby piemontese non è memorabile, ma ai grigi interessavano solo i tre punti: i padroni di casa giocano meglio e Nordi deve salvare su Ruggiero, poi al 22' Fischnaller si inserisce su spizzata di Sirri e batte il portiere da due passi. A quel punto gli ospiti provano ad amministrare il vantaggio ma il Cuneo preme: Banegas semina il panico in area avversaria, poi Nordi deve intervenire in due occasioni su Chinellato. Le speranze biancorosse muoiono quando Gatto si fa espellere: nel finale l'Alessandria manca il 2-0 con Marconi.

Renate-Giana 1-1
Ancora una volta il Renate subisce gol nel finale di gara e mastica amaro: dopo il ko di Mantova, i nerazzurri sognano i tre punti nel derby contro la Giana Erminio ma i biancoazzurri acciuffano il pari proprio nel finale (è 1-1 a Meda). Padroni di casa più convinti ad inizio gara, al 35' Ekuban salta tutta la difesa e poi insacca dopo aver aggirato anche Paleari: la reazione della Giana è rabbiosa, Biraghi sfiora il pareggio al 74' ma il gol è nell'aria. All'87', da terra, Bruno colpisce incredibilmente l'incrocio dei pali, sulla respinta Perna è il più lesto di tutti e insacca di prepotenza.

FeralpiSalò-Bassano 1-2
Chi di rimonta ferisce di rimonta perisce. La FeralpiSalò, dopo il blitz esterno della prima giornata contro l'Alessandria, si fa sorpassare dal Bassano Virtus e incassa il primo ko stagionale. La partita si mette benissimo per i gardesani, al 26' Bracaletti segna infatti di testa su cross di Fabris: la squadra giallorossa pareggia al 37' con Germinale, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, poi al 63' Iocolano sale in cattedra e decide il match con una giocata di gran classe (pallonetto da posizione defilata che non dà scampo al portiere). Allievi potrebbe pareggiare nel finale, ma la sua incornata è debole.

Lumezzane-Reggiana 0-2
Alla Reggiana bastano due reti nel primo tempo per avere ragione di un Lumezzane inconsistente: allo stadio Saleri termina 2-0 per gli emiliani, i quali ottengono la prima vittoria dopo il pareggio della prima giornata. Apre le danze Spanò al 9' con un colpo di testa su corner scodellato da Frascatore, poi al 37' Arma timbra il raddoppio con un tap-in preciso, dopo la conclusione di Bruccini respinta da Furlan. I valgobbini non si rendono mai pericolosi e così nel secondo tempo la formazione di Colombo può amministrare il vantaggio senza grattacapi.

Padova-Pro Piacenza 2-0

Che il Padova sia una delle potenziali mine vaganti del campionato lo si sapeva e il 2-0 rifilato al Pro Piacenza lo conferma. I biancoscudati, dopo l'eccellente pareggio di Reggio Emilia, risolvono nel secondo tempo una partita che si stava complicando: nella prima frazione di gioco gli emiliani tengono molto bene il campo e si difendono con ordine, ma al 55' Fumagalli è incerto su un corner e così Fabiano riesce a buttarla in fondo al sacco. La rete cambia il destino della partita, perchè per il Padova aumentano gli spazi e così al 64' Petrilli (su lancio di Cunico) timbra il raddoppio.

Pordenone-AlbinoLeffe 1-0
C'era molta attesa per il match del Bottecchia tra Pordenone e Albinoleffe: i ramarri, come lo scorso anno, vincono 1-0 e si prendono tre punti importantissimi in ottica salvezza. La partita è tutto sommato piacevole, il gol decisivo arriva già al 13' quando De Cenco, su traversone di Mandorlini, fa centro con il piatto destro: le azioni pericolose non mancano, l'Albinoleffe non è una squadra da buttare ma troppo spesso viene a mancare la precisione. Ripresa un po' meno scoppiettante, Amadori è bravo su Mandorlini ma il punteggio non cambia più.

SudTirol-Mantova 2-1
Pomeriggio di festa per il Sudtirol, capace di superare il Mantova con una splendida rimonta (2-1 il finale al Druso). Il primo tempo, in realtà, è piuttosto brutto e non accade nulla di rilevante (se escludiamo la traversa di Tulli al 14'): molto più interessante la ripresa, al 50' l'arbitro annulla un gol a Tait e due minuti dopo il Mantova, con cinismo, passa in vantaggio con un imperioso colpo di testa di Ruopolo su cross di Scalise. I lombardi, nonostante il gol, spariscono dai radar e si consegnano agli avversari: Tait pareggia al 68' con un tocco ravvicinato, poi all'87' il neoentrato Gliozzi completa la rimonta con una perfetta scivolata su cross di Crovetto.

Cremonese-Pavia 1-0
Prestigiosa affermazione della Cremonese, che piega 1-0 il Pavia e sale così a quota 4 in classifica. I grigiorossi meriterebbero addirittura un parziale più ampio, il Pavia è infatti l'ombra di sè stesso. Nel primo tempo i grigiorossi non concretizzano una ghiotta palla gol con Guglielmotti (il quale spara sopra la traversa da un metro), poi al 50' il solito Brighenti la mette dentro di testa dopo la torre di Zullo su corner di Benedetti: la Cremonese ha la situazione in mano e sfiora il raddoppio in due circostanze, dapprima con Djaby e poi al 92' con Magnaghi.

Rinviata: Pro Patria-Cittadella

{rec:16284}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it