Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 19a giornata

2016-01-26 16:20:29
Pubblicato il 26 gennaio 2016 alle 16:20:29
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Sabato 23 gennaio

Bassano Virtus-FeralpiSalò 1-2
Dopo aver strapazzato l’Alessandria, la FeralpiSalò vince anche in casa del Bassano Virtus (2-1 lo score) e diventa la prima inseguitrice della capolista Cittadella: per la vittoria del campionato e la conseguente promozione in serie B ci sono anche i salodiani, sarebbe un traguardo incredibile ma allo stesso tempo meritato. La solidità dei gardesani è impressionante, vincere al Mercante non è mai facile per nessuno: il gol partita lo firma Tantardini al 78’, sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il primo tempo si era chiuso 1-1, con le reti Guerra e Fabbro: la squadra di casa è però sfortunata, quando la zuccata di Iocolano al 50’ si stampa sulla traversa.

AlbinoLeffe-Pordenone 0-3
E’ un Pordenone da sballo, i ramarri umiliano 3-0 l’Albinoleffe e si portano così a sole tre lunghezze dalla zona playoff: una prestazione incredibile dei friulani, mentre gli orobici sono sempre più bloccati in zona retrocessione. La squadra neroverde domina dall’inizio e al 39’ passa in vantaggio con un gioiellino di Filippini (con tanto di tunnel al portiere): i padroni di casa sono inesistenti là davanti, la formazione di Tedino è invece sul pezzo e nei minuti di recupero arrotonda lo score con Cattaneo (parabola spettacolare da fuori area) e con Strizzolo, servito dallo stesso Cattaneo.

Alessandria-Cuneo 1-0
Va bene l’impresa di Coppa Italia e la prossima semifinale contro il Milan, ma l’Alessandria sa bene che il suo primo obiettivo stagionale è il campionato: al Moccagatta i grigi fanno molta fatica contro un Cuneo ben organizzato, ma nel finale trovano il gol partita con Sosa (il quale fa centro con il destro su cross di Sabato). Il match finisce 1-0, proprio come all’andata: primo tempo molto equilibrato, la formazione ospite tiene bene il campo ma nella ripresa gli alessandrini alzano i giri del motore alla caccia del gol partita. Gol che arriva puntualmente al 78’, per la gioia della tifoseria.

Cittadella-Pro Patria 2-1
Il Cittadella, come da copione, batte il fanalino di coda Pro Patria ma l’incontro non è così a senso unico come la graduatoria avrebbe suggerito: gli ospiti, infatti, se la giocano senza paura e nel finale mettono i brividi ai padroni di casa. La formazione di Venturato segna già al 5’ con Litteri (assist di Chiaretti), ma la Pro sfiora il pareggio poco dopo con una bomba di Santana che colpisce in pieno l’incrocio. Il raddoppio dei locali arriva grazie ad una sfortunata autorete di Ferri: i bustocchi, nonostante tutto, non si deprimono e nel finale tornano in partita con una zampata sottoporta di Marra.

Giana Erminio-Renate 1-2
Il Renate di Colella non si ferma più: le pantere battono 2-1 la Giana Erminio, inanellano la terza vittoria nelle ultime quattro giornate ma soprattutto continuano la loro corsa verso la zona salvezza. Un successo fondamentale, in casa di una diretta concorrente: la Giana è parecchio sfortunata perché colpisce ben tre traverse (Marotta, Perna e Pinto), ma gli ospiti giocano con carattere e già al 6’ sono in vantaggio grazie al rasoterra vincente di Florian. I padroni di casa pareggiano con un rigore di Gasbarroni, ma a quindici minuti dalla fine ci pensa il difensore Teso a far decollare i nerazzurri.

Pro Piacenza-Padova 1-1
In pieno recupero il Padova riesce ad evitare una sconfitta che ormai pareva certa: è 1-1 al Garilli, il Pro Piacenza accarezza a lungo il sogno dei tre punti ma alza bandiera bianca proprio nel finale. Padroni di casa vicini al gol con Ruffini nel primo tempo, gli ospiti replicano con Ilari e Neto Pereira mentre al 75’ Altinier centra un palo incredibile. Il preludio ad un finale thrilling: gli emiliani passano in vantaggio al 78’ con un superlativo sinistro al volo di Rantier su cross di Ruffini, ma i patavini non mollano e al 93’ Petrilli gela i supporters locali con un perfetto diagonale.

Domenica 24 gennaio

Mantova-SudTirol 0-0
Reti bianche allo stadio Martelli, Mantova e Sudtirol non si fanno male: il pareggio è un risultato tutto sommato giusto, anche se gli altoatesini recriminano per un paio di episodi sfortunati. Nella prima parte dell'incontro la squadra di Stroppa ha qualcosa in più e al 25' colpisce una traversa clamorosa con un siluro di Fink (leggermente deviato da Pane): nel secondo tempo i virgiliani provano a rendersi pericolosi con un alcuni tiri dalla distanza (Perpetuini, Zammarini) ma la porta di Coser rimane inviolata. Quinto pareggio di fila per il Mantova, sempre in zona retrocessione, mentre il Sudtirol rimane vicino ai playoff.

Pavia-Cremonese 0-0
Doveva e poteva essere un derby stupendo, tra due squadre di grande blasone, invece Pavia e Cremonese si accontentano di uno 0-0 che non serve a nessuna delle due. A volerla dire tutta il pareggio serve maggiormente i grigiorossi, ma si tratta comunque di un brodino: in avvio di match Brighenti non concretizza una buona occasione, poi ci prova Pesce (bravo Facchin) mentre i pavesi affondano con Marconi e Sforzini, ma sulla loro strada c'è un Ravaglia monumentale. Secondo tempo avaro di emozioni: ci prova De Silvestro (mira imprecisa), ma è l'unica occasione da segnalare.

Lunedì 25 gennaio

Reggiana-Lumezzane 2-0
Termina 2-0 il posticipo del gruppo A. Davanti al proprio pubblico la Reggiana domina il match, conquistando tre punti preziosi per rilanciarsi in chiave playoff, mettendosi alle spalle un periodo davvero nero. Decidono le reti di Siega al 45' e di Spanò al 72'. Niente da fare per il Lumezzane che resta fermo a quota 19 punti in piena zona retrocessione.

{rec:16284}