Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 17a giornata

2016-01-10 19:45:14
Pubblicato il 10 gennaio 2016 alle 19:45:14
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone A (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 9 gennaio

Alessandria-Padova 1-1
Un mezzo passo falso che in casa Alessandria lascia dell'amaro in bocca: i grigi, infatti, pareggiano 1-1 contro il Padova e non approfittano così del crollo interno del Cittadella contro il Sudtirol. Le due squadre, ora, sono appaiate in testa alla graduatoria a quota 32: i piemontesi, tuttavia, provano a vincere fino alla fine e al 94' si vedono annullare un gol per fuorigioco di Bocalon. Il Padova, tutto sommato, non avrebbe meritato il ko: 1-0 firmato da Altinier, l'Alessandria pareggia nella ripresa con Marconi poi è lo stesso Altinier a sfiorare la doppietta (bravissimo Vannucchi).

Cittadella-Sudtirol 2-3
La sorpresa che non ti aspetti: il Sudtirol compie l'impresa di giornata, batte 3-2 il Cittadella e rimescola le carte nella fascia alta della classifica. Per la seconda volta di fila i veneti perdono tra le proprie mura: eppure i ragazzi di Venturato chiudono il primo tempo avanti di un gol (Chiaretti), poi nella ripresa il Sudtirol cambia passo e sale 2-1 (Tulli, Cia). Litteri firma poco dopo il 2-2: sembra tutto deciso, ma a cinque minuti dalla fine Gliozzi trasforma un rigore e fa decollare gli altoatesini (terzo successo nelle ultime quattro giornate).

Bassano Virtus-Reggiana 1-0
Una prodezza balistica di Iocolano a tre minuti dalla fine decide la sfida tra Bassano Virtus e Reggiana: finisce 1-0 al Mercante, i giallorossi sfruttano le frenate di Alessandria e Cittadella per avvicinarsi alla vetta mentre gli emiliani sprofondano sempre più giù. La gara è piacevole ed intensa, le due squadre giocano a viso aperto ma commettono tanti errori negli ultimi venti metri: all'87', tuttavia, Iocolano si sistema il pallone e sblocca il punteggio con una giocata superlativa (tiro a rientrare da posizione defilata).

Giana Erminio-Pordenone 1-2
Gran colpo del Pordenone, capace di battere 2-1 la sempre pericolosa Giana Erminio: i ramarri cominciano alla grande il 2016, mentre i lombardi si avvicinano sempre di più alla zona retrocessione. La squadra friulana costruisce la vittoria nel primo tempo, Filippini sblocca il risultato in spaccata dopo undici minuti mentre al 28' è Mandorlini a timbrare il raddoppio con un tiro in controbalzo. La Giana reagisce troppo tardi: Buratto salva su Biraghi, poi al 92' Perna accorcia in mischia ma i neroverdi resistono.

Domenica 10 gennaio

Cuneo-Cremonese 0-0
Si chiude con un pareggio a reti bianche la sfida del Fratelli Paschiero tra Cuneo e Cremonese: risultato giusto, la partita vive di poche emozioni e entrambe le squadre raccolgono un punto che consente di muovere la classifica. Nel primo tempo succede ben poco, i grigiorossi ci provano con il neoacquisto Suciu mentre nella ripresa viene annullato un gol ai padroni di casa (Conrotto si trova infatti in posizione irregolare). E' il secondo X consecutivo per entrambe.

Pavia-FeralpiSalò 2-2
Gol e spettacolo al Fortunati, tra due squadre in lotta per obiettivi importanti: Pavia e FeralpiSalò chiudono sul 2-2, decisive le doppiette di Tortori e Cesarini. Ferretti sfiora il gol in avvio (bravissimo Caglioni), poi è Tortori ad aprire le danze al 36' su assist di Guerra: il Pavia pareggia con un rigore di Cesarini, poi è lo stesso attaccante a timbrare il 2-1 locale con una rete di straordinaria bellezza (pallonetto sontuoso su assist di Ferretti). La Feralpi, tuttavia, ha carattere: il 2-2 lo segna Tortori, su invito di Bracaletti. Questo pareggio allontana entrambe le squadre dalla zona playoff.

Pro Piacenza-Lumezzane 1-0
La prima volta non si scorda mai: il 2016 porta bene al Pro Piacenza, che contro il Lumezzane ottiene finalmente la tanto attesa vittoria tra le mura amiche (1-0 il finale). A decidere la partita è la zampata di Rantier al 56', su traversone di Alessandro dalla sinistra (Furlan incolpevole): per il Lumezzane si tratta di una pesante battuta di arresto, contro una diretta concorrente per la salvezza. Eppure i valgobbini non giocano male, Fumagalli dice di no a Bacio Terracino ma in gare così tese è sempre il singolo episodio a spostare gli equilibri.

Pro Patria-Renate 0-1
Un'altra affermazione pesantissima per il Renate, che con Colella in panchina ha cambiato passo: i nerazzurri vincono 1-0 la fondamentale sfida in casa della Pro Patria, si avvicinano alla zona salvezza ma soprattutto inchiodano ulteriormente i tigrotti in fondo alla classifica. La rete decisiva la mette a segno Florian al 74': l'attaccante, tornato a vestire la maglia brianzola nei giorni scorsi, timbra il cartellino con un preciso colpo di testa su perfetto cross di Scaccabarozzi. I bustocchi non impegnano mai Castelli: in questo senso è decisiva l'espulsione di Taino prima dell'intervallo, a causa di una brutta entrata su Anghileri.

Lunedì 11 gennaio

AlbinoLeffe-Mantova 0-0
Si conclude in parità 0-0 la sfida salvezza dello stadio Atleti Azzurri d'Italia di Bergamo tra Albinoleffe e Mantova nell'ultima giornata dell'andata del girone A. I seriani, penultimi in classifica con 12 punti, non creano praticamente nulla mentre i virgiliani di Javorcic, reduci dal deludente 1-1 con la Pro Patria e senza successi da sei gare, recriminano per le occasioni non concretizzate da Anastasi che ha colpito un palo e si è divorato un gol a porta vuota nella ripresa. Il Mantova, al terzo pari di fila, si porta a 16 punti, resta in piena zona playout e vede ora la salvezza a 5 punti.

{rec:16284}