Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 14a giornata

2015-12-07 23:00:59
Pubblicato il 7 dicembre 2015 alle 23:00:59
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone A (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 5 dicembre

Lumezzane-Bassano Virtus 2-3
Qualche patema di troppo per il Bassano Virtus, che alla fine riesce comunque ad avere ragione di un Lumezzane mai domo (3-2 il finale al Saleri). I veneti partono molto bene e dopo aver sfiorato il gol lo trovano al 32' con un colpo di testa di Pietribiasi: quando al 55' Falzerano raddoppia (fantastica conclusione a giro) sembra tutto facile per i giallorossi, invece i valgobbini non mollano e riescono a portarsi sul 2-2 con Nossa e Mancosu. Gara riaperta, ma al 77' arriva il gol decisivo: lo sigla Proietti, su assist di Iocolano. Il Bassano torna a vincere dopo tre pareggi, mentre il Lumezzane rimane in zona playout (quarto ko di fila).

Padova-AlbinoLeffe 3-0
Esordio da favola per Bepi Pillon sulla panchina del Padova: i biancoscudati regolano 3-0 l'Albinoleffe e tornano così alla vittoria dopo oltre un mese di astinenza. I veneti chiudono gli avversari nella loro metà campo fin dall'avvio, poi al 41' è Neto Pereira a sbloccare la situazione su assist di Altinier: gli ospiti collezionano calci d'angolo, ma non pungono e così al 58' Petrilli firma il 2-0 direttamente su punizione. L'Euganeo fa festa, al 77' Petrilli sale in cattedra e si concede il lusso della doppietta con un diagonale chirurgico: primo stop per gli orobici con Sesia in panchina.

Pordenone-Cittadella 1-3
Il Cittadella c'è, la grande vittoria per 3-1 a Pordenone ne è la dimostrazione: su uno dei campo più insidiosi del gruppo A i veneti non steccano e si confermano in testa alla classifica. Sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio con una conclusione incredibile di Boniotti, ma gli ospiti non si perdono d'animo e prima dell'intervallo ribaltano tutto con Litteri e Bizzotto (magistrale spunto di Chiaretti in occasione del secondo gol): i ruoli si invertono ad inizio ripresa, Bizzotto serve l'assist e Chiaretti sigilla i tre punti. I ramarri di casa non trovano le forze per reagire.

SudTirol-Pro Patria 2-1
Proprio allo scadere il Sudtirol centra una vittoria importantissima, la seconda stagionale al Druso (che mancava dalla seconda giornata): gli altoatesini trovano all'89' la rete decisiva e salgono a quota 23, mentre ai bustocchi resta il rammarico di un pareggio sfumato sulla linea del traguardo. Primo tempo bloccato, la Pro si chiude ma il Sudtirol passa in vantaggio al 35' con un rigore di Gliozzi (fallo di mano di Zaro): gli ospiti, tuttavia, pareggiano al 61' con Marra, sugli sviluppi di un corner. Bassoli gela la Pro nel finale, ribadendo in rete una punizione di Bandini che si era stampata sulla traversa.

Cremonese-Giana 1-1
Pari insperato per la Cremonese, che riacciuffa in extremis la Giana Erminio: finisce 1-1 al Giovanni Zini, con i grigiorossi che nella ripresa (dopo aver fatto la partita) incassano il gol biancazzurro firmato Pinto salvo poi replicare in pieno recupero con Brighenti: sale a quota 9 reti l'ex attaccante del Vicenza, capocannoniere del Girone A. Una zampata fondamentale che permette alle tigri di agguantare un punto e salire a quota 22 punti in classifica. Sono 18 invece i punti per la squadra di Albé, che per il terzo turno consecutivo mancano l'appuntamento con la vittoria.

Domenica 6 dicembre

FeralpiSalò-Cuneo 0-1
Dopo quattro vittorie si interrompe la marcia della FeralpiSalò: il Cuneo espugna il Turina con una rete nel secondo tempo e si porta a casa tre punti salvezza fondamentali. Ospiti vicini al gol in avvio con Chinellato, ma i leoni del garda non ci stanno e al 34' mettono i brividi a Tunno con una punizione di Bracaletti: la partita rimane in equilibrio, nessuna delle due si tira indietro poi al 74' Conrotto si gira in area e insacca, favorito da una difesa non attenta. E' il gol che affonda i gardesani: la Feralpi non riesce a reagire e scivola così a meno cinque dalla capolista Cittadella.

Reggiana-Pavia 0-0
Neanche l'ombra di un gol al Mapei Stadium, ma la sfida tra Reggiana e Pavia regala comunque tante emozioni: merito soprattutto dei padroni di casa, che cercano la vittoria in ogni modo ma trovano la strada sbarrata da chili di sfortuna. Il primo tempo è intenso, Bruccini e Maltese mettono i brividi a Facchin, dal canto suo il Pavia si affida la ripartenze: nella ripresa i locali diventano ancora più aggressivi, al 77' Maltese colpisce un palo incredibile, al 78' Bruccini sfiora il Bersaglio grosso mentre all'87' è Spanò a colpire la traversa con un'incornata. Per la Reggiana non è serata, mentre al Pavia lo 0-0 sta più che bene.

Renate-Pro Piacenza 0-2
Successo di platino per il Pro Piacenza: il 2-0 al Città di Meda contro il Renate permette ai rossoneri di affondare una diretta concorrente per la salvezza e di prendere un certo margine sulla zona playout. E' una partita dai due volti, perché nel primo tempo le pantere brianzole giocano con personalità e sfiorano il vantaggio: Barba salva sulla linea la conclusione di Teso, mentre il destro a giro di Valotti esce di poco. Il Renate sembra in palla, ma nell'intervallo lascia la testa negli spogliatoi: gli emiliani sbloccano il punteggio al 55' con Barba (errore di Teso), poi al 62' Moschin esce a vuoto sul corner di Alessandro e così Sall appoggia in rete il 2-0. Per i nerazzurri di Boldini è notte fonda.

Lunedì 7 dicembre

Mantova-Alessandria 0-4
E' tutto dell'Alessandria il posticipo del quattordicesimo turno del Girone A di Lega Pro: i grigi rifilano una sonora lezione al Mantova di Javorcic espugnando 4-0 il Martelli. Due gol per tempo per messi a segno dai piemontesi: il risultato lo sblocca al 9' Mezavilla, poi prima dell'intervallo arriva il raddoppio di Branca (24'). Nella ripresa Marconi (70') e l'ex Reggina Fischnaller (84') completano la festa degli uomini di Gregucci, che si riportano così in seconda piazza a -2 dal Cittadella. Sono 27 i punti per l'Alessandria, che nel prossimo turno ospiterà il Sudtirol: clima opposto per i virgiliani, al secondo ko consecutivo tra le mura amiche. Biancobandati pericolosamente inchiodati al quartultimo posto con 13 punti.

{rec:16284}