Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 13a giornata

2015-11-29 20:30:32
Lega Pro 2015/2016, Girone A: la sintesi della 13a giornata
Pubblicato il 29 novembre 2015 alle 20:30:32
Categoria: Notizie Lega Pro
Autore: Redazione Datasport.it

Risultati, marcatori, classifica, tabellini e cronache di tutti gli incontri del Girone A (clicca sulla singola partita per il live testuale)

Sabato 28 novembre

Pro Piacenza-Bassano Virtus 1-1
Continua il momento difficile del Bassano Virtus, che in casa del Pro Piacenza non va oltre l'1-1 (terzo pareggio di fila per i giallorossi). La squadra di Sottili, per certi versi, può anche ritenersi fortunata perchè gli emiliani sbagliano pure un calcio di rigore: i rossoneri di Viali rimandano l'appuntamento con la prima vittoria interna, ma si prendono comunque un buon punto. Bassano pimpante nel primo tempo, al 22' Sall impedisce a Pietribiasi di segnare ma al 61' gli ospiti passano a condurre con un rigore di Iocolano (penalty concesso per fallo di mano di Carrus). Due minuti dopo i padroni di casa potrebbero pareggiare su rigore, ma Alessandro si fa ipnotizzare da Rossi: l'1-1 è comunque nell'aria, all'81' Bini sale in cielo sulla punizione di Rantier e insacca.

Alessandria-Giana 1-0
L'Alessandria non si ferma più: i grigi battono anche la Giana Erminio (1-0 il finale al Moccagatta) e infilano la settima vittoria stagionale, che li proietta ai vertici della classifica. Decide l'incontro l'ottavo sigillo in campionato di Riccardo Bocalon, che al 53' segna di testa sfruttando la splendida rifinitura di Fischnaller: i lombardi se la giocano a visto aperto, sprecano un'occasione importante con Rossini sullo 0-0 mentre nel finale colpiscono un legno con Montesano. L'Alessandria prova a raddoppiare sfruttando le ripartenze, lo stesso Bocalon sciupa il 2-0 ma il pubblico di casa, alla fine, può fare festa.

Cuneo-Lumezzane 2-0

Il Cuneo non sbaglia, liquida 2-0 il Lumezzane ed ottiene così tre punti importantissimi contro una diretta concorrente per la salvezza. Continua invece il momento critico dei valgobbini, al loro quarto ko nelle ultime cinque giornate: l'assenza in attacco dello squalificato Cruz si fa sentire, i bresciani soffrono là davanti e così il Cuneo ne approfitta segnando l'1-0 al 26' con Cavalli (gran destro in corsa su assist di Beltrame). Il Lume sfiora il pari con Sarao (bravo Tunno), ma è solo un fuoco di paglia e così al 74' il giovane Barale, classe '95, firma il raddoppio al termine di un bello spunto personale (prima rete per lui tra i professionisti).

Pavia-Mantova 2-2

Match elettrizzante al Fortunati, Pavia e Mantova se la giocano senza troppi tatticismi e concludono sul 2-2: un gran punto per i virgiliani, mentre questo pareggio potrebbe essere fatale al tecnico degli azzurri Marcolini (tre pareggi ed un ko nelle ultime quattro giornate). Padroni di casa in vantaggio al 29' con un imperioso colpo di testa di Marino sugli sviluppi di un corner, il Mantova recupera poco dopo con Ruopolo (clamoroso liscio della retroguardia pavese) ma al 41' i padroni di casa tornano di nuovo avanti con una clamorosa giocata dello squalo bianco Ferretti (sinistro da oltre venti metri su lancio di Cristini). I locali, tuttavia, procedono a sprazzi e così il Mantova impatta di nuovo al 60': ennesima sciocchezza difensiva, Ungaro ne approfitta e deposita in rete.

Pro Patria-Padova 0-0
Tanto agonismo e poca concretezza allo Speroni di Busto Arsizio: Pro Patria e Padova chiudono sullo 0-0, risultato giusto per quanto visto sul campo. Per i tigrotti di Pala è il terzo pareggio consecutivo, l'ennesimo a reti bianche: un percorso da formichina per i bustocchi, mentre i patavini di Parlato (terzo punto nelle ultime cinque giornate) si accontentano di non prendere gol. Sono davvero pochi gli spunti sul taccuino, nel primo tempo ci provano Cunico e Bearzotti per i veneti mentre la Pro replica con un tentativo di Marra: troppo poco, la musica è identica nella ripresa e l'unico sussulto lo offre Giandonato su punizione (La Gorga attento).

Cittadella-Reggiana 2-1
Il Cittadella respinge l'assalto dell'Alessandria al primo posto, batte 2-1 la Reggiana e rimane in cima alla graduatoria: una vittoria sofferta dei veneti, la squadra ospite (pur perdendo la terza gara in un mese) gioca infatti bene e mette alle corde la formazione di Venturato. Ottimo avvio dei padroni di casa, che già al 10' segnano con Litteri (su assist di Bendetti): nonostante l'episodio gli ospiti non stanno a guardare, pungono con Bartolomei e Nolè ma al 37' Iori firma il raddoppio granata con un colpo di testa. Secondo tempo a favore della Reggiana, che dapprima accorcia con Nolè in mischia e poi sfiora ripetutamente il 2-2: occasioni per Arma e Nolè, ma la porta di Alfonso resiste.

Domenica 29 novembre

SudTirol-Cremonese 1-1
Un pareggio che non serve a nessuno: finisce 1-1 tra Sudtirol e Cremonese, due squadre potenzialmente forti che però rimangono incastrate nel limbo di metà classifica. Questo risultato aiuta maggiormente i grigiorossi di Pea, i quali allungano la striscia positiva e restano vicini alla zona playoff: il primo tempo è piuttosto noioso, al 13’ l’arbitro annulla un gol ai locali per fuorigioco dubbio di Girasole, poi al 61’ il solito Brighenti sale in cielo su corner di Maiorino e corregge in rete con una pregevole zuccata. La reazione degli altoatesini è veemente, al 73’ Crialese affonda in area Girasole: rigore netto, che Gliozzi trasforma. Finale thrilling: occasione sprecata da Cia al 90’, poi Maiorino impegna Coser mentre Spagnoli si vede annullare un gol per un fallo.

FeralpiSalò-Pordenone 2-1
Successo in rimonta per la FeralpiSalò, che al Turina supera 2-1 il Pordenone: quarta vittoria consecutiva per i ragazzi di Aimo Diana, rivitalizzati dal nuovo tecnico. Con questi tre punti i Leoni del Garda restano al secondo posto della graduatoria con l'Alessandria, staccati dal Cittadella di sole due lunghezze. Ad aprire il match è comunque il Pordenone, capace di passare in vantaggio con il tap-in vincente di Filippini nel finale di primo tempo. La ripresa dice bene ai salodiani: pronti, via e Allievi firma il pareggio, mentre per il gol che decide l'incontro bisogna aspettare l'86', con il colpo di testa decisivo di Romero. Seconda sconfitta in campionato per il Pordenone, che resta a quota 19 in compagnia del Cuneo.

AlbinoLeffe-Renate 1-0

Continua il brutto momento del Renate, che si fa scavalcare anche dall'AlbinoLeffe e rimane penultimo in classifica con soli nove punti raccolti. All'Atleti Azzurri d'Italia i seriani s'impongono 1-0 sulle Pantere, issandosi a quota 11 in graduatoria e trovando la terza vittoria in campionato. E' la prima volta che l'AlbinoLeffe batte il Renate, al quinto tentativo: si preannuncia una settimana di passione per Boldini. A decidere l'incontro ad alta tensione è la rete di D'Iglio: cross di Muchetti da destra e colpo al volo vincente. Una rete da tre punti, arrivata nel finale del primo tempo.

{rec:16284}

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it