Juventus: Storari \"Spero di rimanere qui\"

2011-02-24 17:22:18
Pubblicato il 24 febbraio 2011 alle 17:22:18
Categoria: Calciomercato
Autore: Fabio Codebue

Marco Storari torna titolare. Sabato, vista la squalifica di Buffon, si troverà di nuovo a difendere la porta bianconera. Ai microfoni di Sky e Mediaset il portiere azzurro analizza il momento della squadra: "Contro il Lecce abbiamo giocato una brutta partita, sbagliando completamente approccio alla gara. Ne siamo dispiaciuti e cercheremo di non ripetere questi errori. Ora ci aspetta la partita contro il Bologna, siamo carichi e la affronteremo con lo spirito giusto. Loro giocano bene e saranno agguerriti, ma noi vogliamo riscattarci e cancellare a tutti i costi la partita di domenica scorsa".

La Juventus in questa stagione fatica, e molto, ad imporsi contro le squadre che sulla carta dovrebbero risultare più alla portata: "In effetti i risultati dicono questo ed evidentemente il nostro è un problema di mentalità, perché quando affrontiamo le formazioni più attrezzate sappiamo di dover dare tutto, mentre la stessa cosa non accade contro le cosiddette 'piccole'. Dobbiamo cambiare questo atteggiamento".

Dopo il brutto ko con il Lecce è intervenuto il presidente Andrea Agnelli, che ha pesantemente ripreso la squadra: "Avremmo voluto incontrarlo in un altro momento, sentendo altre parole, perché ci siamo vergognati per come abbiamo giocato domenica. I discorsi del presidente, dei dirigenti e del mister però ci aiuteranno a non ripetere più certi errori". L'obbiettivo minimo rimane il quarto posto che ora però dista sette lunghezze: "Sarà difficile certo, ma i conti li faremo a fine campionato. Ora non dobbiamo fare altro che mettere insieme più punti possibile, iniziando già da sabato sera".

Dopo il brillante inizio di stagione sabato Storari avrà la possibilità di dimostrare ancora una volta il suo valore:"Io mi alleno sempre come se dovessi giocare, anche perchè nel calcio non si sa mai e puoi trovarti in campo all'improvviso come domenica a Lecce. Certo, andare in panchina spiace sempre, ma nel mio caso è diverso perché non è capitato per demerito, ma perché davanti ho Gigi Buffon. Da parte mia comunque c'è sempre la voglia di dimostrare il mio valore e lavoro tutti i giorni per questo. Il mio futuro? Ho ancora due anni di contratto con la Juve e spero di rimanere qui".