Juventus, tutti i numeri di Marotta

2018-09-30 15:09:00
Juventus, tutti i numeri di Marotta
Pubblicato il 30 settembre 2018 alle 15:09:00
Categoria: Serie A
Autore: Piergiuseppe Pinto

Il 25 ottobre, alla scadenza del mandato, si concluderà il rapporto di Beppe Marotta con la Juventus. L'ormai ex amministratore delegato del club bianconero ha contribuito in maniera decisiva alla nascita del ciclo vincente della Vecchia Signora. In carica prima dell'arrivo di Andrea Agnelli, l'ex dirigente della Sampdoria vanta acquisti, aumenti di fatturati e titoli da far invidia a tutte le principali squadre del mondo. Un dominio, quello della squadra piemontese e del varesino in questi otto anni al servizio dei campioni d'Italia.

Tutto inizia il 1 giugno 2010: Marotta approda dalla Juventus come direttore generale del club bianconero e, il 27 ottobre dello stesso anno, entra a far parte del consiglio di amministrazione, ricevendo anche la nomina ad amministratore delegato. A lui si devono gli acquisti di giocatori come Bonucci, Barzagli, Pirlo Vidal, quattro elementi fondamentali per il primo scudetto di Antonio Conte. Nel 2015/2016, arrivano addirittura Dybala, Khedira, Mandzukic e Alex Sandro, con Higuain, Pjanic, Dani Alves, Benatia, Cuadrado, Bernardeschi e Douglas Costa negli anni successivi. Ma il vero capolavoro è l'acquisto di Paul Pogba, preso a zero e rivenduto successivamente a 110 milioni di euro al Manchester United, club dal quale i bianconeri lo avevano prelevato.

Un ciclo vincente che gli ha permesso di vincere, insieme alla Juventus, ben 14 titoli (7 scudetti, 4 Coppe Italia e 3 Supercoppe Italiane). Ma il vero miracolo Marotta lo ha fatto dal punto di vista economico: il 30 giugno 2011, quindi alla fine del primo anno di Marotta come dg e ad, la Juventus aveva un fatturato di 153,9 milioni di euro. Sette anni dopo, il 30 giugno 2018, si è arrivati a quota 504,7, con il massimo di 562,7 del 30 giugno 2017 in gran parte dovuto alla cessione di Paul Pogba allo United. Un vero e proprio miracolo sportivo di Beppe Marotta, che lascia con il rimpianto, insieme a tutto il popolo bianconero, di aver soltanto sfiorato la vittoria della Champions League nel 2015 e nel 2017. Ma si tratta ugualmente di uno dei cicli più vincenti della storia del calcio italiano.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it