Juventus, Buffon fissa la data: "Mi ritiro dopo Russia 2018"

2016-01-26 08:00:09
Pubblicato il 26 gennaio 2016 alle 08:00:09
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

La consegna del premio Gianni Brera, presso il teatro Dal Verme di Milano, è la cornice dell'annuncio di Gigi Buffon. Il portiere della Juventus è stato premiato come sportivo dell'anno e ha fissato la data del suo ritiro: "Se riesco andrò avanti fino ai Mondiali del 2018, poi la mia saracinesca calerà". Ancora due anni, dunque, per inseguire obiettivi personali e di squadra con la Juventus e con la Nazionale italiana. Poi uno dei portieri più forti di sempre dirà basta.
 
Buffon ha poi commentato il momento della sua Juve, reduce dagli undici successi consecutivi in campionato e tornata a lottare per lo scudetto: "Viviamo un periodo eccezionale - le sue parole -. Non vinci undici partite di fila se non sei al massimo della forma psicofisica. Ma bisogna stare molto attenti, anche i record sono destinati prima o poi a finire. Dobbiamo cercare di allungare il più possibile la striscia: bisogna mettere fieno in cascina per periodi più bui".
 
Un commento anche sulla straordinaria stagione giocata sin qui da Paulo Dybala, già autore di 12 reti in campionato e decisivo nell'ultimo match contro la Roma: "Già l'anno scorso aveva fatto vedere cose straordinarie. Ma fare certe cose in provincia è un conto, replicarle alla Juventus è più difficile. Tutto questo sorprende, in poco tempo si è preso il nostro attacco". Chiusura sulla brutta frase rivolta dal compagno di Nazionale Daniele De Rossi a Mario Mandzukic: "Ogni tanto in campo noi giocatori commettiamo degli errori. Ogni domenica esce qualcosa dalla bocca di qualcuno e, quando hai la telecamera addosso che ti coglie in flagrante e in fallo, è chiaro che devi chiedere scusa".