Juventus, Barzagli: "Dobbiamo ritrovare la solidità difensiva"

2017-10-26 21:15:33
Juventus, Barzagli:
Pubblicato il 26 ottobre 2017 alle 21:15:33
Categoria: Serie A
Autore: Matteo Sfolcini

 

Foto www.imagephotoagency.it

Come dimostarto dall'inizio di questa stagione senza uno dei leader difensivi della BBC Leonardo Bonucci, diventato capitano del Milan, il modo di vincere della Juventus è cambiato. Con una fase difensiva meno attenta che ha già subito 10 gol in campionato c'è invece un attacco atomico che è il migliore della Serie A con 31 gol realizzati, meglio del Napoli. Secondo il tecnico Allegri queste prestazioni alla lunga non faranno vincere lo scudetto ai bianconeri perchè come ha replicato Buffon ci vuole equilibrio durante le partite quindi bisognerà cambiare l'attegiamento del gioco in campo. Anche un altro della vecchiaguardia difensiva Andrea Barzagli, che ha parlato ai microfoni di Premium Sport, è d'accordo con il suo allenatore e capitano "Per una squadra come la nostra che ha fatto della difesa un punto di forza, dispiace prendere gol. Stiamo avendo disattenzioni che non possiamo permetterci. L'equilibrio è importante e dobbiamo ritrovarlo"

"In questi ultimi anni non avevamo mai segnato così - ha ribadito Barzagli - ma è anche vero che quando arriveranno partite importanti è difficile pensare di poter fare 4-5 gol per vincere. La solidità difensiva è alla base per le vittorie perché si tratta di voler fare fatica. Poi quando la palla l'abbiamo noi è tutto più facile perché abbiamo giocatori in avanti che possono fare male all'avversario in qualsiasi modo. Dobbiamo tornare a essere una squadra difensivamente solida".

Allegri dopo il 5-1 all Spal ha reclamato una maggiore attenzione contro il Milan: "Sarà una sfida molto sentita e le motivazioni non mancheranno per entrambi. Dovremo essere molto concentrati perché vorranno dimostrare di non meritare la classifica che hanno. Bonucci? E' bravo, dispiace che non sarà della partita".

Un commento sul VAR: "Credo stia aiutando molto gli arbitri, ma siamo all'inizio e il giudizio andrà dato alla fine della stagione. Secondo me sta funzionando bene, poi ovviamente nel calcio ci si aggrappa anche al minimo errore. Serve un po' di tempo di perfezionarla. E poi essendo all'inizio, credo che molti non siano neanche informati sulle regole del VAR. Certo, alcuni contatti che nel calcio ci saranno sempre, non possano sempre rivisti ogni volta".

Infine un pensiero alla Nazionale e al prossimo impegno con la Svezia che vale il Mondiale: «Dobbiamo essere sereni. Si è creato un clima di polemica esagerata. Ci poteva stare di andare a playoff visto che nel girone avevamo la Spagna. Non ci vedo niente di drammatico e dovremo affrontare la Svezia, partendo da quanto fatto in questo anno e mezzo».

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it