Juventus, Allegri: "La lotta scudetto è aperta, il Napoli non mollerà"

2018-03-13 13:20:20
Pubblicato il 13 marzo 2018 alle 13:20:20
Categoria: Serie A
Autore: Matteo Sfolcini

Da -1 a +4 in pochi giorni, la Juventus vuole andare in fuga ma per farlo deve vincere nel recupero di domani contro l'Atalanta. La sfida contro i bergamaschi, partita della 26.a giornata di campionato che fu rinviata per neve, è la grande occasione per i bianconeri di aumentare il vantaggio sul Napoli per dare un piccolo strappo al campionato. Max Allegri, intervenuto in conferenza stampa, non si fida però di Sarri e fissa la quota scudetto: "Abbiamo un solo risultato, la vittoria. Il Napoli ha grandi possibilità di vincere lo scudetto e anche se andiamo a +4 il campionato non sarà chiuso. Non abbiamo ancora vinto nulla, complimenti al Napoli che è stato in testa e lotterà fino in fondo con noi, può arrivare a 100 punti, al momento la quota scudetto. Per noi sarà difficile, perché siamo ancora dentro in tutte le competizioni".

Prima però c'è da superare l'ostacolo Atalanta, eliminato dalla Coppa Italia ma squadra capace di raggiungere il pareggio all'andata: "Sono tutte difficili le partite con loro, hanno tutti caratteristiche ben precise, con buona tecnica e tanta fisicità". Poi il tecnico bianconero si sofferma sulla situazione infortunati: "Cuadrado e Bernardeschi non sono ancora disponibili, Buffon e Pjanic rientrano di sicuro, gli altri stanno tutti bene". Compreso Higuain: "Gonzalo ha preso una botta alla solita caviglia contro l’Udinese, devo valutarlo insieme a Mandzukic. L'unico che deve fare gli straordinari è Douglas Costa mentre Dybala ha bisogno di giocare. Il rigorista è lui, Higuain è tra i migliori al mondo per tempi di gioco, qualità e tecnica, ma se durante la partita si cambia rigorista mi verrà comunicato e poi decido io".