Juventus, Allegri: "Arbitri? Gli italiani sono i migliori"

2016-02-12 12:55:23
Pubblicato il 12 febbraio 2016 alle 12:55:23
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Sereno come sempre, abituato a sfide di questa importanza. La conferenza della vigilia di Juventus-Napoli porta in scena un Massimiliano Allegri loquace e sorridente: l'esperienza gli insegna che queste partite vanno affrontate con entusiasmo e anche un certo distacco. "La gara di sabato non sarà decisiva - le sue parole -. Quello che conta è stare davanti il 16 maggio. Arbitri? Io non ne parlo mai, gli italiani sono i migliori".
 
"Non ho ancora preparato la partita - spiega Allegri -, solo nella mattina di sabato deciderò se giocare con la difesa a 3 o con quella a quattro. In realtà non cambia nulla perché giochiamo sempre a quattro in fase di non possesso, cambiano solo le caratteristiche dei giocatori che metto in campo". E proprio a proposito della formazione, Allegri fornisce alcuni indizi: "Di sicuro giocherà uno tra Morata e Zaza a fianco di Dybala. Pereyra non è pronto per giocare novanta minuti, su Khedira deciderò in base all'ultimo allenamento".
 
Allegri si sofferma poi sul Napoli e sulle minacce della squadra di Sarri: "Higuain sta facendo la sua migliore stagione, se continua così arriva a 40 gol solo in campionato. Ma il Napoli non è solo lui, ci sono tanti giocatori di spessore internazionale, abituati a partite importanti come questa. L'andata? Senza nulla togliere, vinsero per due nostri errori gratuiti". Chiusura su Rugani, unico argomento su cui Allegri perde un po' del suo aplomb: "E' un ragazzo arrivato da Empoli, ha davanti quattro dei migliori difensori d'Europa. Lo gestisco io, gli va dato il tempo per entrare nel nostro sistema di gioco".