Mir vince a Valencia, Mondiale ad un passo: Quartararo e Vinales vicini alla resa

2020-11-08 15:00:22
Mir vince a Valencia, Mondiale ad un passo: Quartararo e Vinales vicini alla resa
Pubblicato il 8 novembre 2020 alle 15:00:22
Categoria: Notizie Motori
Autore: Matteo Pifferi

Joan Mir vince il GP d'Europa in quel di Valencia e ipoteca il Mondiale di MotoGP: il pilota Suzuki precede il compagno di team Rins e Pol Espargaro. Finiscono in fondo alla classifica Vinales e Quartararo, Rossi out per problemi alla Yamaha

Una gara praticamente perfetta quella condotta dal giovane spagnolo Joan Mir che vince la prima gara in carriera in MotoGP e crea un gap sempre più ampio in ottica classifica iridata. Il pilota della Suzuki adotta una tattica che si rivela vincente perché in avvio resta a ruota di Rins dopo aver superato la KTM di Pol Espargaro e poi, a metà gara, scavalca proprio Rins e detta il passo, risultando imprendibile per tutti. Mir, alla fine, taglia il traguardo con 651 millesimi di vantaggio su Rins dando la sensazione di un controllo della corsa incredibile mentre Pol Espargaro, partito dalla pole position, completa un podio tutto spagnolo in quel di Valencia, regalando un'altra gioia alla KTM.

Se Mir e la Suzuki ridono, per gli altri c'è da piangere: ad avere un rammarico maggiore è sicuramente Fabio Quartararo che, partito dall'undicesima posizione, esce di scena al giro 1 in una curva maligna che manda per terra anche l'altro Espargaro, Aleix nello stesso istante. Quartararo riparte e, anche grazie ai tanti forfait, chiude quattordicesimo, racimolando solo due punticini mentre Vinales, partito dai box per aver cambiato il sesto motore della stagione, termina tredicesimo. Un segnale di resa o quasi per la Yamaha, dato che Morbidelli finisce undicesimo ad oltre 17 secondi da Mir e con un distacco in classifica che inizia ad essere troppo grande, tenendo in considerazione il fatto che manchino solo due GP e ci siano "solo" 50 punti ancora in palio. Ottima gara invece per Nakagami, quarto al traguardo davanti Oliveira mentre Miller (sesto) è la prima delle Ducati. Buon ottavo posto per Dovizioso, dietro anche a Binder ma davanti a Zarco e Petrucci mentre escono di scena Alex Marquez, Rabat, Crutchlow, Bagnaia e Valentino Rossi, che paga la rottura del motore della Yamaha nelle prime battute. Nel Mondiale Mir sale a 162 punti, 37 in più di Rins e Quartararo mentre Vinales è a -41. Dovizioso e Morbidelli sono quarti a 117, a 45 punti di distacco. Un vantaggio considerevole che già domenica prossima potrebbe trasformarsi in aritmetica definitiva.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it