Italia, Cerci: "Essere qui mi sembra impossibile"

2013-03-18 15:19:32
Pubblicato il 18 marzo 2013 alle 15:19:32
Categoria: Nazionali
Autore: Redazione Datasport.it

"Questa mia convocazione sembra quasi impossibile però sono molto felice e mi godo questo momento". Questa l'emozione messa in mostra da Alessio Cerci, alla sua prima convocazione in azzurro. "Da quando sono andato via da Firenze  c'è stato un percorso che ho intrapreso andando al Torino con mister Ventura che mi conosceva, ci siamo dati degli obiettivi ed il primo con questa convocazione è stato raggiunto", ha aggiunto l'esterno del Torino.

Cerci ha collezionato ben 9 assist e 5 reti nel corso di 26 gare disputate nel corrente campionato di Serie A, guadagnandosi così la convocazione di Prandelli per le gare di giovedì, a Ginevra in amichevole contro il Brasile, ed il 26 a Malta per le qualificazioni ai Mondiali 2014. "Questa convocazione è un punto di partenza. Il passato è il passato, non conta quello che si diceva di me - ha puntualizzato Cerci -. Io penso a far bene. La dedica per questo mio momento importante è per tutte le persone che mi sono state vicine, in primis la mia fidanzata e a tanti altri amici, ma il primo grazie è per Prandelli: appena lo vedo glielo dico. Montella? Non mi ha chiamato, forse lo farà più avanti".