Italia, vincere con l'Albania per essere testa di serie

2017-10-09 08:53:08
Italia, vincere con l'Albania per essere testa di serie
Pubblicato il 9 ottobre 2017 alle 08:53:08
Categoria: Notizie Nazionali
Autore: Luca Servadei

 


credit immagine: imagephotoagency.it

Vietato concedersi un altro passo falso. L'Italia di Ventura, nonostante lo scialbo pareggio contro la Macedonia a Torino, è già matematicamente qualificata al playoff di novembre verso Russia 2018. Contro l'Albania di Panucci, però, gli Azzurri si giocano le ultime chances di rimanere testa di serie. Con un successo si eviterebbero le corazzate Portogallo e Croazia, mentre un pareggio rischierebbe di complicare ulteriormente il cammino azzurro.
 
Ritrovare la fiducia e salvare il salvabile. L'Italia di Gian Piero Ventura non può concedersi un altro passo falso: contro l'Albania di Panucci, a Scutari, servono i 3 punti. Una vittoria, infatti, consentirebbe agli Azzurri di mettersi alle spalle il triste pareggio di Torino contro la Macedonia ma, soprattutto, permetterebbe di difendere la posizione nel ranking e di restare così testa di serie in vista dei playoff di novembre. Un risultato diverso rischierebbe di abbattere ulteriormente il morale già sotto i tacchi di un gruppo che ha bisogno di ritrovare sé stesso, per non rischiare la 'catastrofica' esclusione dai Mondiali di Russia 2018. Dal ko di Madrid contro la Spagna, infatti, la Nazionale sembra portarsi dietro un vero e proprio fantasma, i cui strascichi si sono visti anche contro la modesta nazionale di Pandev.
 
Anche per questo motivo, riuscire ad evitare squadre più attrezzate come Portogallo e Croazia sarebbe assai utile per archiviare il discorso qualificazione e poi ricaricare le pile in vista dell'estate. Le nazionali che si qualificano al playoff vengono suddivise in due fasce in base al ranking Fifa. L'Italia, attualmente, sarebbe testa di serie, ma se non vincesse contro l'Albania potrebbe scivolare in seconda fascia. Con un successo a Scutari, invece, l'Italia dovrebbe essere sicura della prima fascia, a meno che la Francia si faccia superare dalla Svezia. Se non dovessero arrivare i 3 punti, il ranking si abbasserebbe: Portogallo (o Svizzera), Danimarca, Galles, Croazia (o Ucraina) e la stessa Francia potrebbero superarci tutte.
 
La formazione di Ventura, dunque, dovrà essere brava a gettare il cuore oltre l'ostacolo nonostante le numerose assenze. Verratti e De Rossi sono a casa, mentre Belotti resterà fermo a lungo. Parolo ed Immobile, poi, sono diffidati e, per evitare sanguinose squalifiche in vista di novembre, potrebbero rimanere fermi ai box contro l'Albania. Un match che sarà dunque anche utile per cercare nuovi leader, in grado di caricarsi il peso della squadra sulle spalle. Al momento, infatti, i giocatori più carismatici del gruppo sono i veterani Buffon, Bonucci, Barzagli, Chiellini e De Rossi, ma c'è bisogno che anche i più giovani trovino il coraggio e lo spazio per affermarsi e consacrarsi definitivamente, accelerando così il tanto atteso processo di ricambio generazionale.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it