Italia, Ghiraldini: "Basta chiacchiere, con la Scozia dobbiamo vincere"

2016-02-23 16:18:36
Pubblicato il 23 febbraio 2016 alle 16:18:36
Categoria: Rugby
Autore: Redazione Datasport.it

L'esperienza di chi vanta 80 caps in Nazionale, di cui 11 da capitano, a servizio di un gruppo rinnovato e con molti esordienti. Per provare a battere la Scozia nel match di sabato 27 febbraio all’Olimpico di Roma, ne servirà molta. E siccome da sola potrebbe non bastare, ecco che a dare i consigli giusti ci pensa Leonardo Ghiraldini, 31enne tallonatore dei Leicester Tigers al rientro dopo un infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo dallo scorso settembre. “Non dobbiamo pensare a vincere ma a fare tutto quanto è necessario per riuscirci - spiega Ghiraldini - a curare ogni situazione di gioco: avere palloni di qualità, mantenere il possesso nel loro campo, uscire in modo preciso dal nostro. Saranno queste le fasi cruciali della nostra partita. E' ovvio, vincere è il nostro obiettivo: per farlo dobbiamo costruire la nostra performance al meglio, tutti insieme”.

La Scozia è una grande squadra - continua il tallonatore azzurro - lo ha dimostrato ai Mondiali e lo ha confermato nonostante le sconfitte in queste prime due giornate di Sei Nazioni. È stata a contatto nel punteggio con l’Inghilterra e contro il Galles ha giocato una partita di grande intensità sul piano fisico. Parliamo di un avversario preparato, molto performante sui punti d’incontro e solido in mischia. In seconda linea i fratelli Grey sono un riferimento mondiale, due atleti di valore assoluto: giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico, e da parte di tutti c'è il desiderio di dare una bella immagine della nostra Nazionale e soprattutto di ottenere tutti insieme qualcosa di importante".