Italia, Canna: "I complimenti di Jones per mettermi pressione"

2016-02-11 13:13:33
Pubblicato il 11 febbraio 2016 alle 13:13:33
Categoria: Rugby
Autore: Redazione Datasport.it

La ribalta dopo l'ottimo debutto con la maglia numero dieci nel match di esordio degli azzurri al Sei Nazioni contro la Francia. Una prestazione, quella dell'apertura delle Zebre, Carlo Canna, che non è passata certo inosservata , meno che mai al ct dell'Inghilterra Eddie Jones. Dopo aver dichiarato di voler prendere a schiaffi l'Italia, il selezionatore del XV della Rosa ha corretto un po' il tiro, considerando anche la buona prova dell'Italia con la Francia, ed ha elogiato il numero dieci degli azzurri indicandolo come principale pericolo per la sua squadra.

Parole al miele che il diretto interessato ha accolto con piacere, individuando però un pizzico di malizia nelle dichiarazione del ct inglese: "I complimenti fanno piacere, ma cercare di mettermi pressione in vista di domenica potrebbe essere la tattica di Jones - ha spiegato Canna -. Più che ai punti segnati e alle attestazioni di stima ricevute, io penso ai primi due calci sbagliati e a una penaltouche non trovata: nel mio ruolo, non posso permettermelo. La partita con la Francia è andata, abbiamo pagato un poco di inesperienza e questo ha fatto la differenza nel punteggio finale. Ora lavoriamo per dare filo da torcere all'Inghilterra".

E se Jones ha anche aggiunto di ispirarsi al modello calcistico del Leicester City, dove "la rosa e gli stipendi non si avvicinano ai milioni delle loro avversarie, ma lavorano duramente, l'uno per l'altro", la speranza è che l'Italia di Brunel possa fare come il Verona di Bagnoli per riuscire finalmente nell'impresa di battere un Inghilterra mai vinta prima.