Inter, Stramaccioni: "Non dobbiamo buttarci giù"

2013-03-11 07:50:18
Pubblicato il 11 marzo 2013 alle 07:50:18
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Non è certo un periodo semplice per Andrea Stramaccioni e la sua Inter: la rimontona di Catania sembrava aver restituito fiducia ad un ambiente in difficoltà, poi sono arrivate la debacle di White Art Lane e la sconfitta contro il Bologna. "Spero che la squadra possa dare molto di più rispetto a stasera - le parole del tecnico-. Non ci è riuscito nulla, è un momento difficile. Nel primo tempo meritavamo di essere sotto, e invece paradossalmente il gol l'abbiamo subito quando stavamo crescendo. Ma il campionato è lungo, chiunque può andare in difficoltà: mancano 10 partite, possiamo e dobbiamo rientrare".

Stramaccioni parla della condizione fisica della squadra e non trova grandi attenuanti al risultato contro il Bologna: "La condizione fisica non è cattiva, a Catania abbiamo fatto tre gol nella ripresa, e oggi c'erano in campo dieci undicesimi di quella formazione. Oggi abbiamo perso anche Alvarez, ultima di una lunga serie di defezioni. Nella ripresa abbiamo voluto rischiare con un assetto offensivo e il Bologna ci ha punito". Poi il tecnico risponde a chi gli chiede quante colpe abbia in questa crisi: "Io faccio tanti errori, li faccio come li fanno tutti. Il presidente lo vorrei ringraziare con i punti, non davanti ad una telecamera. Eppure sono fiducioso, basta vincere due partite e torni in corsa. La zona Champions è ancora alla nostra portata, i giudizi credo sia giusto darli a fine stagione: non bisogna buttarsi giù, non è il momento".