Inter-Milan: presentazione della partita

2020-10-12 12:30:00
Inter-Milan: presentazione della partita
Pubblicato il 12 ottobre 2020 alle 12:30:00
Categoria: Serie A
Autore: Matteo Pifferi

Il big-match della quarta giornata di Serie A, senza dubbio, è di scena a San Siro perché va in atto il derby di Milano con l'Inter di Conte che sfida il Milan di Pioli in una partita che promette spettacolo a dispetto delle defezioni.

L'Inter, al momento, è una delle squadre più colpite dal Coronavirus: nel giro degli ultimi giorni, infatti, sono stati sei i giocatori nerazzurri risultati positivi al Coronavirus e, considerando il periodo di quarantena e l'attesa per i prossimi tamponi che dovranno accertare la negatività, viene facile reputarli come non a disposizione della rosa di Antonio Conte per il grande appuntamento di sabato. I problemi per il tecnico pugliese risiedono principalmente in difesa, visto che il Covid-19 ha colpito Skriniar, Bastoni ed Ashley Young, con Radu - secondo portiere - altro giocatore risultato positivo. A centrocampo, Conte non potrà contare su Gagliardini e Nainggolan, entrambi positivi al Coronavirus, ma nemmeno su Sensi, espulso con la Lazio e dunque squalificato. L'Inter, però, può affidarsi al secondo miglior attacco del campionato con 10 reti, tra cui spiccano le goleade contro Fiorentina e Benevento che hanno evidenziato come i nerazzurri abbiano un potenziale offensivo clamoroso, a dispetto di una fase difensiva ancora da correggere. E difatti si può spiegare in questi termini il pareggio con la Lazio: il gol di Lautaro aveva regalato il vantaggio ai nerazzurri ma Milinkovic-Savic ha lasciato sul posto Perisic e beffato Handanovic con il colpo di testa dell'1-1.

Se l'Inter si avvicina al derby con il problema legato al Coronavirus - in linea teorica e secondo il protocollo vigente, se dovessero esserci almeno 10 positivi, i nerazzurri potrebbero anche chiedere il rinvio della partita -, il Milan può tirare un sospiro di sollievo perché Zlatan Ibrahimovic è risultato negativo al Covid-19 dopo un doppio tampone che ha accertato come il gigante svedese sia guarito dopo 16 giorni di positività. Ibra aveva trascinato i suoi nei preliminari di Europa League e nell'esordio in campionato con una doppietta, prima di saltare i restanti match proprio perché il tampone era risultato positivo. Pioli può affacciarsi al derby con una buona notizia ma soprattutto con una classifica che recita Milan e Atalanta in prima posizione con 9 punti in 3 partite e con una difesa che è l'unica, assieme al Napoli, a non aver subito alcuna rete nei primi 270' di gioco. E se si annota il rientro di Alessio Romagnoli, che andrà a prendere il posto di Gabbia, positivo al Coronavirus, i rossoneri possono avvicinarsi alla stracittadina con l'umore alto e con la voglia di interrompere il digiuno di successi, l'ultimo dei quali risale infatti al gennaio 2016 con Mihajlovic in panchina. Un'era fa, dal punto di vista calcistico e per questo il Diavolo punta a cavalcare l'onda dell'entusiasmo, ma l'Inter è una delle contendenti allo Scudetto ed è lecito aspettarsi un match di livello.

PRONOSTICI E FORMAZIONI INTER-MILAN SU SKYBET

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it