Inter, Kuzmanovic: "Stankovic il mio modello"

2013-02-02 13:26:22
Pubblicato il 2 febbraio 2013 alle 13:26:22
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Niente Stramaccioni, sono Ezequiel Schelotto e Zdravko Kuzmanovic i protagonisti della conferenza stampa della vigilia di Siena-Inter. I due nuovi acquisti sono stati convocati, al pari del talentino Mateo Kovacic, 18enne croato che vestirà la maglia numero dieci, mentre rimarranno a casa Stankovic, Cambiasso e Milito. Kuzmanovic, arrivato dallo Stoccarda, parla del suo ruolo in campo: "So giocare in più ruoli, ho parlato anch'io con Stramaccioni e farò al massimo quello che mi chiede. A Stoccarda giocavo davanti alla difesa. Ci ho giocato per tre anni e mezzo e posso farlo. Vediamo, sono pronto, voglio fare il massimo".

Il serbo sarebbe comunque arrivato a parametro zero a giugno: "Sì, ne abbiamo parlato. In due giorni però poi è cambiato tutto e sono arrivato subito. Sono contentissimo di questa scelta, ora imparerò a conoscere meglio l'Inter in questi mesi". Kuz felice perchè ritrova il suo idolo Stankovic: "Sognavo di giocare con Stankovic, ora è realtà. Lui è un fenomeno, ha vinto tutto, è stato capitano della Serbia. Mi dà una motivazione incredibile, voglio fare la sua stessa carriera".

Poi la parola è passata ad Ezequiel Schelotto: "Mi hanno cercato spesso ed è stato difficile in questo mese e mezzo aspettare. Non mi lamento e sono contentissimo di essere qui. Sono arrivato da poco ma mi sento quasi da una vita qua all'Inter, i compagni e l'allenatore mi sono stati vicini". Sul ruolo: "Quello che conta è giocare. Stramaccioni mi ha fatto capire cosa vuole da me, all'Inter posso giocare da esterno tranquillamente. Prandelli? Sono orgoglioso di quello che mi ha detto".

Chiusura con un velo di polemica visto che l'italo-argentino non si è lasciato bene con i tifosi dell'Atalanta. "A Bergamo sono stato bene. L'Inter però mi ha dato quest'occasione, io dico solo grazie ai tifosi dell'Atalanta e ho sempre sudato la maglia. Sempre. Ora vesto la maglia dell'Inter, mi dispiace per loro, questo treno non capita spesso", ha detto Schelotto.