Inter, Spalletti: “Dobbiamo meritarci i 65mila spettatori di domani. Lautaro? Gioca perché è forte”

2018-11-02 15:17:00
Inter, Spalletti: “Dobbiamo meritarci i 65mila spettatori di domani. Lautaro? Gioca perché è forte”
Pubblicato il 2 novembre 2018 alle 15:17:00
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport

La vittoria è la bella prestazione di lunedì sera contro la Lazio caricano l’ambiente nerazzurro in vista della sfida di domani pomeriggio contro il Genoa. A San Siro la formazione di Luciano Spalletti a caccia del settimo successo consecutivo in campionato. Occhio, però, alla squadra di Juric che non vuole essere una “vittima sacrificale”. Tensione alta, concentrazione, motivazione, Spalletti vuole un’altra grande prova davanti ai 65mila spettatori che coloreranno le tribune del Meazza.

Il tecnico di Certaldo in conferenza stampa sottolinea l’importanza dell’impegno: “Abbiamo visto che il Milan ha dovuto fare una grande partita per portare a casa il risultato mercoledì contro il Genoa, dobbiamo fare una partita di grande concentrazione e dimostrare quello che siamo e portare a casa il risultato con la convinzione di quello che si vuole ottenere. Rotazione? Come termine non mi piace, è un termine che utilizzate voi. Io in campo mando l’Inter. Dobbiamo cercare di gestire le energie in virtù dei tanti impegni, quindi le valutazioni vanno fatte di partita in partita. Tutti sono in forma psicofisica per giocare domani. Noi abbiamo l’obbligo di giocare un calcio importante e fare grandi risultati, meritarci il pubblico che domani sarà al nostro seguito. Quindi ce lo dobbiamo meritare. Per diventare padroni del nostro futuro dobbiamo analizzare i risultati meno positivi, vedi Sassuolo, Torino ecc., i troppi complimenti indeboliscono, bisogna imparare le lezioni e crescere costantemente senza dimenticare dove si è sbagliato. Per vincere le partite bisogna mettere tutto quello eh hai a disposizione”.

Lautaro Martinez potrebbe far rifiatare Icardi domani, ma Spalletti non è tanto d’accordo su come si valuta l’eventuale impiego dell’argentino: “È nei miei pensieri. Ha delle caratteristiche importanti ed i giocatori di qualità come lui non servono per far rifiatare qualcuno come dite voi, ma meritano di giocare e scelgo io chi far partire titolare. Se scelgo Lautaro non è per far rifiatare Icardi”. 23 i giocatori convocati, torna Nainggolan in elenco: Handanovic, Padelli, Berni, Vrsaljko, De Vrij, Ranocchia, Asamoah, Miranda, Dalbert, D’Ambrosio, Skriniar, Gagliardini, Vecino, Nainggolan, Joao Mario, Borja Valero, Perisic, Brozovic, Icardi, Lautaro, Keita, Politano, Candreva.

Lautaro Martinez potrebbe far rifiatare Icardi domani, ma Spalletti non è tanto d’accordo su come si valuta l’eventuale impiego dell’argentino: “È nei miei pensieri. Ha delle caratteristiche importanti ed i giocatori di qualità come lui non servono per far rifiatare qualcuno come dite voi, ma meritano di giocare e scelgo io chi far partire titolare. Se scelgo Lautaro non è per far rifiatare Icardi”. 23 i giocatori convocati, torna Nainggolan in elenco: Handanovic, Padelli, Berni, Vrsaljko, De Vrij, Ranocchia, Asamoah, Miranda, Dalbert, D’Ambrosio, Skriniar, Gagliardini, Vecino, Nainggolan, Joao Mario, Borja Valero, Perisic, Brozovic, Icardi, Lautaro, Keita, Politano, Candreva.

Articolo scritto da Giovanni Parisio

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it