Inter, De Boer: "Esonero? Ho la squadra in pugno"

2016-10-25 14:26:25
Inter, De Boer:
Pubblicato il 25 ottobre 2016 alle 14:26:25
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

"Esonero? Mi hanno dato per morto altre volte, ma non cerco rivincite. Sono stufo di commentare queste voci, ora sono concentrato sul campo". Comincia così la conferenza stampa di Frank De Boer alla vigilia della delicatissima sfida della sua Inter a San Siro col Torino. In caso di ulteriore passo falso, il tecnico olandese potrebbe essere sollevato dall'incarico. Ipotesi che lo stesso allenatore non sembra prendere in considerazione: "Sento la fiducia della società. La situazione è difficile ma lo sapevamo tutti che iniziare a stagione in corso porta a scoprire i difetti della squadra in corso d'opera. Ho lo spogliatoio in pugno, lavoriamo duro ma ci serve tempo".
 
Secondo De Boer, tra i problemi della sua Inter c'è una rosa troppo ampia: "E' difficile per me con 29 giocatori nuovi e altri delusi perché non giocano. Sarebbe più facile se fossimo in 22, portieri compresi. Se fossi arrivato a giugno avrei fatto le stesse scelte, ma avrei avuto il tempo di capire durante le amichevoli come aggiustare certe cose. Il problema è questo, scopro i difetti di alcuni giocatori durante gare ufficiali".
 
Infine un punto sui singoli e una reprimenda a Medel: "Di certo non fa bene perché ha abbandonato non solo se stesso, ma anche la squadra e i tifosi, in un momento in cui uno con la sua grinta sarebbe fondamentale. Multa? Vedremo con la dirigenza. Banega fuori? Motivi tattici che non devo spiegare a tutti, ho tanti giocatori bravi. Gabigol? Deve capire che qui si gioca un altro calcio, non è facile poi inserirsi quando mancano i risultati". 
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it