Inter, la carica di Dalbert: "L'obiettivo è la Champions"

2017-12-21 20:50:53
Pubblicato il 21 dicembre 2017 alle 20:50:53
Categoria: Serie A
Autore: Matteo Sfolcini

www.imagephotoagency.it

7 partite, per un totale di soli 323 minuti in campionato. Dalbert non è stato di certo in questo girone di andata il padrone della fascia sinistra nerazzurra, dove Spalletti gli ha preferito prima il veterano Nagatomo poi il redivivo Santon. L'avventura dell'ex terzino del Nizza all'Inter non è partita come molti si aspettavano. Il brasiliano infatti, che aveva molte aspettative dai tifosi per la sua alta valutazione di mercato (20 milioni più bonus), ha incontrato tanti problemi di adattamento al calcio italiano, dove ha imparato da subito a sopportare i primi fischi di San Siro.

Le cose adesso sembrano essere andate a posto, come spiega lui ai microfoni di Premium Sport: "Il campionato italiano è completamente diverso rispetto agli altri ed è complicato conoscerlo. Non nascondo le difficoltà che ho incontrato finora. L'inizio non è stato semplice, ma ora le cose stanno migliorando".

L'ex Nizza, che durante la sua stagione in francia ha impressionato tutti per la sua grande velocità e qualità nelle giocate, si mostra comunque fiducioso in vista del proseguio della stagione. Tanto a livello personale, dove cercherà di conquistare un posto da titolare, quanto di squadra: "Spero di completare il mio processo di adattamento velocemente, in modo da avere sempre più convinzione. Devo pensare positivo, sempre. Capire ciò che vuole il mister per dimostrare il mio valore e aiutare la squadra. Il nostro è un gruppo di qualità, non ci accontentiamo mai. Stiamo lavorando bene per raggiungere il nostro obiettivo. Non fermiamoci e continuiamo a far punti. A partire da sabato in casa del Sassuolo".

 
L'obiettivo dei nerazzurri quest'anno, ormai manifestato da tutta la società cinese, non lo nasconde neanche Dalbert: "Un club come il nostro deve essere sempre al top, vogliamo arrivare in Champions League. L'Inter non può mancare". Magari con un Dalbert in più in campo come protagonista.