Il pagellone: Cavani non ha prezzo

2011-01-10 13:16:38
Pubblicato il 10 gennaio 2011 alle 13:16:38
Categoria: Calciomercato
Autore: Redazione Datasport.it

Cavani spaccaNapoli, siamo al top dell’entusiasmo. E spaccaJuve, tre schiaffoni che bruciano. Voto a Edinson: 9 abbondante perché 10 lo davano soltanto a Maradona. Che notte, quella notte: Mazzarri (8,5) ha incrociato Delneri (4,5) e lo ha messo a tacere. La Juve ha bisogno di investimenti a gennaio. E di rafforzare le fasce: avete visto Grygera (4,5) e tal Traorè (4,5)? Il Napoli ha bisogno di continuare così, senza porsi limiti. Scusi, Zamparini, lo sa che adesso Cavani vale almeno dieci milioni in più rispetto ai diciassette che lei incasserà con pagamento pluriennale? Anzi, oggi Cavani non ha prezzo.


Ora, gli altri voti.

DI NATALE-SANCHEZ 8 – Una (doppia) delizia per gli occhi.

CAMBIASSO 7,5 – Esteban, oh Esteban. L’Inter gioca maluccio ma trova un ottimo killer di scorta, aspettando Eto’o e Milito.

GATTUSO 7,5 – Fantastica interpretazione nel giorno del trentatreesimo compleanno. Il Milan ha sempre bisogno di Ringhio. E per la verità anche di un difensore. Quando manca Nesta, va tutto in corto circuito, Bonera (4) è preoccupante. E l’immenso Thiago Silva (7) non basta. Mexes, in scadenza con la Roma, sarebbe perfetto. Eccellente l’impatto di Cassano (7).

MALESANI 7,5 – Ha assistito il Bologna nei momenti difficili. Figuriamoci adesso che la crisi societaria è alle spalle. Di Vaio (7,5) nuovo sindaco.

ACQUAFRESCA 7 – Finalmente, amico Bob. A Cagliari, dopo il tuo ritorno, non vedevano l’ora. Questa doppietta può sbloccarti definitivamente.

DE CANIO 7 – Con tanti saluti a chi lo aveva individuato come il principale responsabile del momento nero del Lecce. Siamo convinti che con un altro allenatore la salvezza sarebbe al sicuro?

VENTURA 4,5 – Un Bari senza idee. Ha grosse colpe, purtroppo le sue seconde stagioni non sono all’altezza delle prime.

CORIONI-NANI 4 – Il presidente si preoccupa di parlare di mercato in uscita, non considera incedibile Caracciolo, bla-bla-bla. Il diesse Nani ha preso un attaccante esterno per il Brescia, il pur bravo Lanzafame, quando tutto il mondo sapeva che bisognava rinforzare il centrocampo.

BECALI 2 – Che vergogna ascoltare quelle parole, nella conferenza stampa organizzata per spiegare i rapporti tra l’indifendibile Mutu e la Fiorentina. Urlava e accusava come se dovessero chiedergli scusa. A confronto, la vicenda Cassano-Samp è stata gestita in modo esemplare.

JUAN 2 – Ma era lui?