Ibrahimovic e l'inaspettata umiltà ai tempi dello United

2018-07-21 13:23:00
Pubblicato il 21 luglio 2018 alle 13:23:00
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Piergiuseppe Pinto

Nel corso della sua carriera, Zlatan Ibrahimovic si è sempre contraddistinto, oltre che per i suoi meriti all'interno del campo, anche per i suoi atteggiamenti e le sue frasi molto forti, che hanno contribuito alla creazione del suo mito e della sua fama di attaccante fin troppo sicuro dei propri mezzi e di giocatore di livello mondiale adatto solo ad un determinato tipo di palcoscenici. In realtà, lo svedese ha più volte messo da parte gli interessi personali, e l'ultima prova è arrivata durante un'intervista rilasciata alla Bbc da Ibrahimovic, che ha raccontato un episodio che risale ai tempi del Manchester United, poco dopo il suo infortunio.

Prima della finale di Europa League contro l'Ajax, lo svedese si infortunò al crociato, ma fece una proposta degna di nota al Manchester United: "Avevo chiesto di giocare gratis. Prima dell'infortunio avevano uno Zlatan, e subito dopo non ero ancora pronto a tornare a quel livello. Il mister mi convocava, ma io gli dicevo che non ero ancora pronto, e che non volevo deluderli. Quando vedevo un giocatore più in forma di me, per rispetto del Manchester United dicevo di far giocare qualcun altro sicuramente in condizioni migliori delle mie. Anche se sono Zlatan Ibrahimovic, mi sono alzato e l'ho detto". Un gesto a prescindere lodevole, a maggior ragione però se compiuto dallo svedese, ormai per tutti simbolo di arroganza e mancanza di umiltà.