Hockey su ghiaccio, Serie A: finale scudetto, Asiago-Renon 2-2

2015-04-03 10:54:16
Hockey su ghiaccio, Serie A: finale scudetto, Asiago-Renon 2-2
Pubblicato il 3 aprile 2015 alle 10:54:16
Categoria: Hockey su ghiaccio
Autore: Redazione Datasport.it

Non sono bastate 4 partite tra Asiago e Renon per tracciare un sentiero a questa finale scudetto: in tutte i match infatti chi ha vinto lo ha fatto solo con un gol di scarto, e sempre al termine di incontri tirati e combattuti sino al 60’ se non oltre. Ripartiamo dalla gara 3 giocata martedì ad Asiago, e caratterizzata da un errore tattico (successivamente ammesso) da parte dello staff tecnico del Renon: tra i pali non è stato schierato il titolare Weinhandl ma il giovane backup Fink, in modo da avere un attaccante straniero in più e poter girare con quattro blocchi offensivi. Come detto però la scelta non è stata fortunata perché l’Asiago è riuscito a concretizzare praticamente tutte le occasioni avute a disposizione, sfruttando qualche indecisione di troppo di Fink. Fino all’inizio del terzo periodo il match è stato un lungo botta e risposta con il Renon due volte in vantaggio e sempre ripreso dall’Asiago, che quando è riuscito ad andare sul 3-2 ha subito il nuovo pareggio con DiBenedetto. La ferocia dei veneti è però uscita fuori, e nel giro di poco più di tre minuti prima Bentivoglio e poi Iori hanno trovato le marcature del momentaneo 5-3. A cinque minuti dalla fine d’accordo ha rimesso in pista i suoi, ma nel convulso finale la resistenza della difesa asiaghese è valsa il successo per 5-4.

La quarta sfida era dunque come un’ultima chiamata per i Rittner Buam, che perdendo si sarebbero trovati sotto per 3-1 e con due partite da giocare in trasferta. Grande tensione in pista e Asiago in sofferenza praticamente per lunga parte dell’incontro, ma con un Marozzi davvero super i veneti sono riusciti a chiudere il primo tempo sotto solo per 1-0. Nella frazione centrale è arrivato il pareggio di Iori, quindi nel terzo drittel anche il colpo del vantaggio con Ulmer. A cinque dalla fine è stato Ansoldi a firmare il pareggio che ha spedito le squadre al supplementare. Nei 20 infiniti minuti di overtime ci sono state occasioni clamorose per entrambe le squadre, con Kostner fermato da un miracolo di Marozzi e un palo di Strazzabosco, e per la prima volta nella serie finale si è andati ai tiri di rigore. A partire meglio sono stati gli altoatesini, in gol con i primi due tentativi di Kostner e Rissmiller, quindi l’Asiago si è rifatto sotto con Nigro, ma ha sbagliato il rigore finale di DeVergilio. Per l’ennesima volta dunque match deciso da un episodio e grandissimo equilibrio in pista, adesso si torna ad Asiago per una gara-5 fondamentale che sicuramente fornirà il primo match point ad una delle due contendenti, da sfruttare possibilmente lunedì a Collalbo. Altrimenti sarà gara-7, la massima espressione del pathos e dello spettacolo, la partita che non ha un domani. L’ultima gara-7 decisiva per l’assegnazione di uno scudetto, ricordiamo, fu il 5 aprile 2005 tra Milano e Cortina (vinta per la cronaca 4-1 dagli allora Milano Vipers) al termine di una finale stupenda e ancora nelle menti degli appassionati di hockey su ghiaccio.

Serie A - Finale scudetto

Gara-1
Asiago-Renon 2-3 dts

Gara-2
Renon-Asiago 3-4

Gara-3
Asiago-Renon 5-4

Gara-4
Renon-Asiago 3-2 dtr

Prossime partite:
Gara-5 - Sabato 4 aprile (Asiago, ore 20.30)
Asiago-Renon
Diretta Tv su Rai Sport 2 dalle 20.25

Gara-6 - Lunedì 6 aprile (Collalbo, ore 19.30)
Renon- Asiago
Diretta Tv su Rai Sport 2 dalle 19.25

Gara-7 (eventuale):
Giovedì 9 aprile (Asiago, ore 20.30)
Asiago-Renon
Diretta Tv su Rai Sport 2 dalle 20.25

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it