GP del Giappone: disastro Rossi e Lorenzo, Marquez è Mondiale

2016-10-16 08:22:35
GP del Giappone: disastro Rossi e Lorenzo, Marquez è Mondiale
Pubblicato il 16 ottobre 2016 alle 08:22:35
Categoria: Moto GP
Autore: Redazione Datasport.it

Marc Marquez è il campione del mondo 2016 della MotoGp. Il pilota spagnolo della Honda domina il GP del Giappone davanti ad Andrea Dovizioso (Ducati) e Maverick Vinales (Suzuki) e approfitta delle cadute di Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per conquistare il suo quinto titolo iridato, il terzo nella classe regina. Un disastro quello combinato dai due piloti Yamaha nel Gran Premio di casa, ma il successo di Marquez va ben oltre i demeriti dei due rivali compagni di squadra.

"Non mi aspettavo prima della gara di poter vincere qui – dice Marquez subito dopo aver tagliato il traguardo di Motegi –, ma quando è caduto Rossi ho iniziato a crederci. Quando poi è andato fuori anche Lorenzo non ci ho più capito niente, ho rischiato di cadere anch'io. Sono felicissimo, è fantastico tornare al vertice dopo la passata stagione". La stagione dei veleni, per l’esattezza, con Marquez tirato in mezzo dai più grandi e litiganti piloti Yamaha, allora in lotta per il titolo, e oggi messi a tacere dal più giovane pilota Honda.

Che a Motegi conquista con grandissimo merito il quinto titolo iridato della carriera, il terzo nella classe regina. Numeri da fenomeno per il 23enne di Cervera, che nel Gran Premio di casa Yamaha non si accontenta di controllare i due rivali ma parte a razzo e dopo pochi giri infila Lorenzo, partito meglio di tutti dalla griglia. Rossi sembra l'unico in grado di tenere il passo dello leader ma al settimo giro il Dottore la combina grossa, spingendo oltre il limite la sua Yamaha che scivola via lontana dal cordolo. A consegnare definitivamente il Mondiale a Marc, poi, ci pensa Lorenzo che a cinque giri dalla fine, con Dovizioso ormai negli scarichi, cade emulando il compagno di squadra. Se la matematica incorona Marquez, i numeri impressionanti del giovane spagnolo (5 Mondiali, 54 successi in 146 GP, 88 podi) ne spiegano la grandezza.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it