"Generazione 2026 - Sport Powered by Youth and Education": il nuovo progetto per Milano-Cortina

2021-05-26 15:00
Pubblicato il 26 maggio 2021 alle 15:00
Categoria: Olimpiadi
Autore: Matteo Pifferi

Il progetto “Generazione 2026 - Sport Powered by Youth and Education” ha la ferma volontà di investire nella cultura della persona. Saranno i giovani, il capitale umano a cui è rivolto il progetto, i giovani che nel 2026 vivranno attivamente l’esperienza dei giochi olimpici e paralimpici Milano – Cortina 2026. Regione del Veneto, Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti, Ufficio scolastico regionale e FICTS Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs, unica Federazione del settore riconosciuta dal CIO, hanno identificato una progettualità studiata e dedicata alle scuole che acquista ancora più significato in questo momento pandemico, subìto pesantemente anche dai più piccoli. “Lo sport è etica, lo sport è sacrificio, è rispetto delle regole ed è condivisione. Sono tutti messaggi che vogliamo che i giovani raccontino, sullo sfondo di un grande evento che segnerà la loro vita: saranno infatti la generazione dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Milano-Cortina 2026” - afferma l’Assessore Regionale all’Istruzione, alla Formazione e al Lavoro del Veneto Elena Donazzan - “i veneti, in particolare, saranno quei giovani che negli anni futuri della loro vita adulta ricorderanno un po’ come loro questo momento storico per lo sport. Un momento che vogliamo sia il più partecipato possibile: e si partecipa alle Olimpiadi non solo gareggiando, ma anche facendo il tifo per la propria Nazione, si partecipa con l’affetto per i propri beniamini, con il giusto orgoglio di una vittoria quando sul gradino più alto del podio sale l’Italia. Questo senso di appartenenza si può alimentare e ricostruire: e lo faremo attraverso il linguaggio della contemporaneità, con video, disegni, approfondimenti, con cui i ragazzi potranno partecipare attivamente alle prossime Olimpiadi invernali 2026”.

“Sarà un’esperienza costruttiva, in sintonia con l’ambiente e memorabile per i giovani. E’ per loro che iniziamo questo percorso di sport e cultura olimpica e paralimpica. C’è tanto da imparare e sono certo che i giovani daranno, a noi istituzioni e alle imprese, nuovi punti di vista per costruire una significativa consapevolezza del valore dello sport” – evidenzia il 2 Presidente della Camera di Commercio di Treviso – Belluno|Dolomiti Mario Pozza –. “Parliamo di master plan, di ruota su rotaia, ma le infrastrutture, futuro del nostro Paese, sono i giovani e su di loro abbiamo tutte le intenzioni di investire. Le persone, il capitale umano sono le risorse fondanti di una buona società. Milano - Cortina 2026 sarà dunque una splendida occasione di dialogo, di gioco costruttivo in stretta connessione con il sistema scolastico e imprenditoriale in un approccio di responsabilità sociale d’impresa”. Il Presidente della FICTS Prof. Franco Ascani, unico italiano Membro della Commissione Cultura e Patrimonio Olimpico del CIO, ha dichiarato: “Accogliendo il messaggio che ci ha inviato il Presidente del CIO Dott. Thomas Bach, dobbiamo ripartire insieme più forti di prima affinché Sport, Cultura e Scuola uniscano ed eliminino le distanze di cui, in questo periodo, stiamo sentendo il peso con l’auspicio che lo sport possa riprendere a sviluppare il suo messaggio educativo e centrare gli obiettivi di Milano-Cortina 2026”.

Di cosa si tratta? IL PROGETTO Il progetto “Generazione 2026 - Sport Powered by Youth and Education” sarà realizzato dalla FICTS (Fédération Internationale Cinéma Télévision Sportifs, unica Federazione del settore riconosciuta dal CIO) in collaborazione con Regione del Veneto, la Camera di Commercio Treviso-Belluno | Dolomiti e l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto con l’obiettivo prioritario di mettere in evidenza lo spirito dell’Olimpismo attraverso un’azione educativa e formativa che consenta di acquisire attivi stili di vita in cui lo sport sia inteso, oltre che come veicolo di promozione del benessere psicofisico, anche quale strumento di inclusione ed integrazione sociale, mediante il coinvolgimento diretto – con iscrizioni gratuite – dei giovani della “Generazione 2026”, in prospettiva dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano-Cortina 2026. A partire dall’inizio dell’anno scolastico (settembre 2021) il Progetto si svilupperà in tre fasi strettamente interconnesse tra loro: 1. Fase formativa – educativa: articolata in molteplici attività interscolastiche sportive e formative per i giovani delle Scuole primarie e secondarie di primo grado: “Il tuo Sport in un video”, una speciale competizione di video autoprodotti dai ragazzi con l’obiettivo di promuovere la conoscenza dei Giochi Olimpici e Paralimpici e del mondo sportivo; “I tuoi Giochi” (Disegna la Tua “Medaglia” o la Tua “Mascotte” o la Tua “Torcia” o la Tua “Bandiera per i Giochi” o il Tuo “Campione”); l’Accesso gratuito a 21.213 video in streaming sullo Sport, sull’Olimpismo e sul Cinema sulla Piattaforma SPORTMOVIESTV.COM;

LEGGI TUTTE LE ULTIME NEWS SU TELEGRAM CLICCANDO QUI 

"Le proiezioni: emozioni sportive di classe”, momenti di incontro con proiezioni interattive (di cultura motoria) e l’opera audiovisiva “Sulle Ali della Camera: 3 dove il talento è di casa”, realizzata dalla Camera di Commercio di Treviso – Belluno | Dolomiti, vincitrice del “Candido Cannavò Award per lo Spirito Olimpico” a “SPORT MOVIES & TV 2020”. 2. Fase sportiva – culturale: all’insegna dello slogan “Ripartiamo con la Cultura Sportiva”, il Progetto diventa uno strumento di rilancio – anche per il post Covid-19 – della diffusione della Cultura Sportiva ed Olimpica, in vista dei prossimi Giochi di MilanoCortina 2026. Tra le attività per i giovani: “Le Giornate dello sport”, volte a promuovere la cultura della pratica sportiva mediante un’azione educativa-formativa. In caso di impedimenti per Covid-19, “Lo sport non si ferma. Si trasforma” con video autoprodotti dai giovani sul tema “Lo sport in casa”. 3. Fase di promozione e attrazione per i territori e le imprese: il Progetto propone un’azione educativa e di valorizzazione sostenibile delle istanze economiche e ambientali integrata alle due fasi precedenti. Saranno realizzate iniziative volte a promuovere l’attrattività territoriale utilizzando anche la Piattaforma SPORTMOVIESTV.COM e coinvolgendo le Scuole nelle fasi formative aprendo al tessuto imprenditoriale e sportivo locale nonché a stakeholder e a soggetti rappresentativi di interessi collettivi attraverso l’“ITALYMPICS - Culture through Sport”, l’evento inserito nel circuito internazionale “World FICTS Challenge” di cinema, televisione e cultura olimpica e sportiva in programma al Museo dello Scarpone a Montebelluna (TV) con l’obiettivo di diffondere il messaggio “Lo Sport è Cultura”. La FICTS metterà a disposizione, oltre alla consulenza e assistenza per l’organizzazione e la promozione di “ITALYMPICS - Culture through Sport”: 40 Proiezioni (Corti, Documentari, Video Olimpici) (da scegliere da una lista di 90 Produzioni), 2 Mostre (da una lista di 9), Meeting, Workshop, Attività artistiche e di spettacolo, letterarie, giornalistiche, Presentazioni editoriali, Eventi collegati, Premiazioni e così via.

LEGGI TUTTE LE ULTIME NEWS SU TELEGRAM CLICCANDO QUI 

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it