Fidelis Andria, buona la prima: superato il Bitonto ai rigori in Coppa Italia

Pubblicato il 26 agosto 2019 alle 01:40:39
Categoria: Serie D
Autore: Redazione Datasport

La Fidelis Andria inizia la stagione con il piede giusto aggiudicandosi il derby di Coppa Italia contro il Bitonto. In una partita densa di emozioni i biancazzurri superano in rimonta il Bitonto: è 7-6 dopo i calci di rigore, dopo che il 2-2 dei 90 minuti non era bastato a decretare un vincitore.Prima gara ufficiale per i federiciani, all'esordio stagionale nella gara di Coppa Italia Serie D contro il Bitonto. La squadra di mister Giancarlo Favarin fa a meno di Varriale, Petruccelli e Cristaldi schierando a sorpresa Bedin e Arfaoui nel classico 4-2-3-1 del tecnico toscano. 3-4-1-2 per gli ospiti che schierano nelle proprie file l'ex eccellente, andriese di nascita, Riccardo Lattanzio.

Inizia bene la Fidelis nella prima frazione, dando un ritmo anche inaspettato nei primi minuti, ma poi deve soccombere alla qualità del Bitonto che passa in vantaggio al minuto 31. Punizione di Marsili dalla sinistra, la deviazione di Cipolletta di testa è decisiva e porta all'autogol. Al termine della prima frazione arriva il raddoppio dei neroverdi: Lattanzio, pescato in profondità, si libera di Porcaro col fisico e supera Belladonna con un mancino potente e preciso. L'Andria rischia di naufragare nel recupero della prima frazione: Lattanzio si libera di un difensore con un sombrero, poi spara il pallone addosso a Belladonna.

Dagli spogliatoi torna una Fidelis più lucida e ordinata, che accorcia le distanze con una volée di Palazzo al '53 minuto. Gli uomini in maglia bianca rimangono in 10 uomini all'ora di gioco quando Salimbé si fa espellere per doppia ammonizione dopo un intervento ingenuo. Tuttavia l'Andria non demorde, trovando dopo pochi minuti una fortunosa traversa con Gava. A poco dalla fine rischia di chiuderla il Bitonto, con Terrevoli che si accentra e scocca un destro deviato da Belladonna sul palo. Il poco cinismo dei bitontini viene punito da Palumbo, che al '90 riporta il risultato in parità con un meraviglioso tiro a giro dal vertice sinistro dell'area di rigore. Servono i tiri dal dischetto a decretare il vincitore: sbagliano Cipolletta, Merkaj e l'ex Colella. Decisivo il rigore di Palumbo, che fa esplodere di gioia il Degli Ulivi per una vittoria che porta morale all'intera piazza.

Articolo di Gianluca Losito

 

FIDELIS ANDRIA 2-2 BITONTO (7-6 d.c.r.)

FIDELIS ANDRIA (4-2-3-1): Belladonna; Zingaro ('66 Catalano), Cipolletta, Porcaro, Salimbé; Montemurro ('66 De Filippo), Bedin ('56 Petruccelli); Banegas ('56 Cristaldi), Palumbo, Arfaoui ('56 Gava); Palazzo. (D'Andrea, Varriale, Di Filippo, Muratore, Petruccelli, Catalano, Nannola, Gava, Cristaldi) All.: Favarin

BITONTO (3-4-1-2): Figliola; Gianfreda, Colella, Amelio; Terrevoli, Biason, Marsili, Gagliardi; Loiodice ('81 Turitto); Lattanzio ('64 Merkaj), Patierno. (Zinfollino, Schirone, Bolognese, Zaccaria, Merkaj, Piarulli, Turitto, Palmisano). All.: Taurino

Marcatori: '31 Cipolletta (aut.), '45 Lattanzio (B), '53 Palazzo (FA), '90 Palumbo (FA)

Ammoniti: Salimbè (FA), Gianfreda (B)

Espulsi: Salimbé '59

Sequenza rigori: Amelio (B) gol, Gava (FA) gol, Marsili gol, Cristaldi gol, Turitto gol, Cipolletta parato, Merkaj traversa, Palazzo gol, Patierno gol, Petruccelli gol, Colella alto, Palumbo gol

Arbitro: Angelo Tomasi (sez. Lecce)

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it