F1, Gp Abu Dhabi: le pagelle

2016-11-27 16:49:07
F1, Gp Abu Dhabi: le pagelle
Pubblicato il 27 novembre 2016 alle 16:49:07
Categoria: Formula 1
Autore: Redazione Datasport.it

F1, le pagelle del GP Abu Dhabi

{foto}

Lewis Hamilton 10
In questo mondo non puoi avere pietà di nessuno, men che meno del tuo compagno di squadra con cui ti giochi il mondiale. Non il massimo della sportività ma che ci vuoi fare, uno che arriva con 12 punti di ritardo all’atto conclusivo deve giocarsi il tutto per tutto. Vince in maniera facile (voto all'intero fine settimana), ma al fatto che perda il titolo con dieci vittorie stagionali (mai successo) non ci crede nemmeno lui.

Nico Rosberg 10
La giornata che attendeva da una vita, ma per averla ha dovuto sudare ad ogni curva di questo GP che sembrava non finire più. Freddissimo nel duello con Verstappen e glaciale negli ultimi giri quando non si è fatto prendere dal panico pur vedendo che negli specchietti gli avversari diventavano più grandi. Campione, è proprio il caso di dirlo.

Sebastian Vettel 9
Quello che chiedeva all'appuntamento di Abu Dhabi è arrivato, un podio per concludere almeno con un mezzo sorriso questa deludente stagione. Mette in pratica una strategia che si rivela azzeccata, nel finale è velocissimo e si toglie la soddisfazione di passare Ricciardo e Verstappen, due con cui aveva un conto in sospeso.

Max Verstappen 8
Una grande gara, perché dopo la prima curva era ultimo e più che la rimonta in sé, arrivata grazie ad una buona strategia, ha dovuto impegnarsi al massimo per gestire le gomme, cosa non semplicissima qui ad Abu Dhabi. Ha corso di nuovo alla grande, non vede l'ora di arrivare a marzo.

Daniel Ricciardo 7
Perché non hanno adottato la strategia fatta con Max anche con lui? Se lo chiede anche lui e lo chiederà certamente al team nella riunione post gara, perché avesse fatto una sola sosta anche lui avrebbe avuto certamente la possibilità di salire sul podio e magari, visti i giochini di Lewis, anche qualcosina in più.

Kimi Raikkonen 7
Si potrebbe applicare lo stesso discorso fatto per Ricciardo, perché anche con lui la strategia applicata è peggiore di quella del compagno e questo lo relega ad una 6 sesta  posizione finale che non lo rende contento. Voleva il podio, peccato finire così.

Force India 7
Hulkenberg, settimo, e Perez, ottavo, si sono confermati i migliori dopo i tre top team e chiudono nella giusta maniera una grande stagione che ha regalato loro la quarta piazza nel costruttori. Qualche brivido per il duello intestino nelle prime fasi, ma all’ultima gara ci poteva stare.

Felipe Massa 7
Due punti e qualche bornout dopo la bandiera a scacchi, saluta così un mondo che lo ha visto arrivare da ragazzino un po’ esuberante, crescere e diventare uomo, con qualche grande successo nel palmarès. Corre dando il massimo, divertendosi anche in questi ultimi chilometri della carriera.

Toro Rosso 3
Un fine settimana a dir poco disastroso, non ne è andata bene una. Problemi strutturali a ripetizione nelle libere, qualifica da dimenticare e due ritiri nel Gp: la Str11 meritava di andare in pensione in maniera diversa.

Jenson Button s.v. (senza voto)
Povero Jenson, lui e la sua carriera meritavano un epilogo certamente diverso, ma queste sono le corse. Voleva godersi quest'ultima gara, magari arruffando qualche punticino, ma come dice lui forse doveva finire così per prendersi ancora a Gp in corso l'abbraccio della famiglia.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it