E. League: Napoli, tre sberle dal Plzen

2013-02-14 21:27:29
Pubblicato il 14 febbraio 2013 alle 21:27:29
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Napoli-Viktoria Plzen: cronaca, pagelle, tabellino

Disastro al San Paolo. Il Napoli paga a caro prezzo un fiacco primo tempo, chiuso sotto di un gol e non basta la feroce reazione ad inizio ripresa: il Viktoria Plzen dilaga in contropiede nel finale di partita e, grazie al 3-0, mette una serie ipoteca sulla qualificazione. Alla squadra di Mazzarri servirà un'autentica impresa per continuare l'avventura europea.

Dopo 8' il Napoli si rende pericoloso con Pandev che, entrato in area, costringe Kozacik alla deviazione in angolo. Dal corner Rolando non riesce a deviare di testa il pallone in porta. Dopo un inizio timido, gli ospiti prendono campo e fiducia. al 19' però è ancora la squadra di Mazzarri pericolosa, con un tiro-cross di Zuniga deviato in angolo da Kozacik. La pressione del Viktoria cresce e al 28', trova il gol: battie ribatti in area, il pallone arriva a Darida che dal limite batte De Sanctis con un secco sinistro. La reazione del Napoli è inesistente: solo una girata di testa di Cavani al 43' nettamente a lato.

Mazzarri dopo l'intervallo presenta Hamsik per Gamberini e la mossa sembra dare i suoi frutti: i partenopei partono subito all'assalto, stringendo d'assedio gli avversari fin dalle prime battute del secondo tempo. Al 51' grande occasione per Cavani, il cui rasoterra esce però d'un soffio. Due minuti dopo Hamsik arriva a tu per tu con Kozacik ma il portiere di piede intercetta il pallone. Non ci sono soste: al minuto 54' ancora Kozacik in evidenza per deviare in angolo un gran tiro di Dzemaili. Dal corner successivo, Cavani manda fuori di testa. Mazzarri inserisce anche Calaiò, ma è sempre Hamsik protagonista: al 70' spara alto da ottima posizione dopo un errore di Prochazka. Minuto 74: cross di Maggio, respinta incerta di Kozacik e Zuniga spreca colpendo malissimo il pallone con il portiere sbilanciato.

Il Napoli si scopre e gli slovacchi, cui era stato annnullato un gol al 66', raddoppiano al minuto 79: incertezza di Zuniga, Rajtoral ne approfitta per avventarsi sul pallone e battere De Sanctis da due passi. 2-0 Viktoria Plzen.Il Napoli ci prova ancora ma senza convinzione e al 90' subisce il tris: Tecl, in sospetto off-side, buca per la terza volta De Sanctis. E' 3-0, ed il destino dei campani sembra già segnato, senza neanche aspettare la gara di ritorno.