Europa League: Lazio-Saint Etienne 3-2, le pagelle

2015-10-01 21:47:42
Europa League: Lazio-Saint Etienne 3-2, le pagelle
Pubblicato il 1 ottobre 2015 alle 21:47:42
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Lazio-Saint Etienne: cronaca, pagelle e tabellino

Le pagelle di Lazio-Saint Etienne, terminata 3-2

LAZIO


Berisha 6.5 Incassa due reti, non proprio senza colpe, e rischia almeno in un paio di altre occasioni. Sventa però anche numerose occasioni intervenendo con prontezza e grande riflesso.
Basta 6.5 Instancabile, galoppa con grande frequenza sfruttando a pieno la fascia destra dove agisce praticamente da ala. Qualche sbavatura indietro dove concede un pizzico di troppo alle punte avversarie, specie in occasione del 3-2 di Monnet-Piquet.
Mauricio 6 Difende con coraggio seppur non senza qualche sbavatura. Ingaggia una bella lotta contro Beric che al 32' gli infligge una gomitata che gli costa il rosso diretto. Ad avvio di ripresa cede il posto a Gentiletti.
Gentiletti 6 In campo dal 46' al posto di Mauricio. Difende con giusta determinazione e caparbietà.
Hoedt 7 Nel primo tempo Ruffier gli nega la gioia del gol smanacciando sulla linea il suo colpo di testa ma al 48' il portiere francese si tradisce con un'uscita malaugurata che lo agevola nella realizzazione del 2-1. Chi la dura la vince.
Radu 6 Deciso e volenteroso, difende diligentemente ma senza spingersi praticamente mai in avanti.
Biglia 8 In cabina di regia, con stile e determinazione da vendere. Mai una palla buttata senza cognizione, ma a testa alta e con costante lucidità che mette sempre i compagni di agire al meglio. All'80' corona la sua prestazione con il gol del 3-1. Illuminante.
Onazi 6.5 Combattivo e generoso, con più quantità che qualità, ma non si tira mai indietro e ci crede sempre, come al 22' quando segue l'arrembante azione di Felipe Anderson e si ritrova con la palla giusta da spingere in rete per il prezioso pareggio laziale. Al 74' cede spazio a Cataldi.
Cataldi s.v. In campo solo dal 74' al posto di Onazi. Non giudicabile. 
Felipe Anderson 7 Classe e vivacità al servizio della compagine biancoceleste. Ogni suo guizzo regala emozioni, come in occasione del pareggio di Onazi al 22', frutto della sua iniziativa sulla fascia destra. Imprescindibile.
Milinkovic-Savic 6 A tratti nel vivo della manovra laziale ed in altri assente non giustificato. Difficile capirne l'effettivo apporto. Altalenante.
Keita 6.5 Gran lavoro sulla corsia esterna sinistra dove macina chilometri per supportare la manovra offensiva biancoceleste. Pendolino.
Mauri 5.5 Posizionato da "falso nueve" si dimostra volenteroso e cerca soprattutto di arrecare disturbo alla difesa avversaria ma peccando però un po' troppo al momento di concretizzare la manovra d'attacco. Al 65' esce rilevato da Matri.
Matri 5 In campo dal 65' al posto di Mauri. Come il suo predecessore sciupa diverse occasioni ma, a differenza sua, lui è una punta vera.  

All. Pioli 7 Dopo la beffa col Dnipro si riscatta tra le mura amiche con una vittoria meritata ma anche sofferta. Considerando le tante assenze di rilievo ci sta. Ottimo lavoro.

SAINT ETIENNE Ruffier 6 - Clerc 5.5 - Perrin 6 - Bayal Sall 6 - Polomat 6 - Corgnet 6 - Lemoine 6 - Diomandé 6Pajot 6 - Bahebeck 6.5 - Monnet-paquet 7Roux 6 - Beric 5.5 - Hamouma 6.5 - All. Galtier 6

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it