Europa League: l'Inter non brilla ma stende il Qarabag

2014-10-03 08:00:39
Europa League: l'Inter non brilla ma stende il Qarabag
Pubblicato il 3 ottobre 2014 alle 08:00:39
Categoria: Europa League
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni di Inter-Qarabag: cronaca, pagelle e tabellino

Nella 2a giornata del Girone F di Europa League l'Inter stende il Qarabag. A San Siro in rete D'Ambrosio al 17' e Icardi in chiusura al minuto 85. L'esterno ex Torino è l'uomo in più in coppa, a segno con la seconda rete consecutiva dopo quella con il Dnipro. Gli uomini di Mazzarri si ritrovano in vetta alla classifica, con il massimo dei punti e l'imbattibilità europea che dura da ben 8 gare, con 5 vittorie e 3 pareggi. Nerazzurri ancora non brillantissimi in campo, ma che davanti ai propri tifosi
riscattano in parte la brutta prestazione di domenica contro il Cagliari.

La squadra di Mazzarri, sotto gli occhi di Moratti, parte malissimo, lasciando spazio per le ripartenze al Qarabag. Al 13’ Andreolli, sbagliando la rimessa laterale, serve Reynaldo al limite dell’area ma Ranocchia riesce a rimediare all’errore del compagno di difesa. Al 17’ arriva la svolta: D’Ambrosio effettua il cross dalla sinistra ma la sfera, ribattuta, gli ritorna tra i piedi e l’esterno, senza pensarci due volte, esplode il destro da fuori area. La palla, indirizzata sul secondo palo, viene deviata dal difensore e diventa imparabile per Sehic. Al 20’ Ranocchia, grazie ad uno schema su punizione, sfiora l’incrocio con un tiro al volo da dentro l’area. Al 26’ Hernanes va vicino al gol con un colpo di testa sul cross di Guarin ma il tiro è troppo debole e diventa facile per il portiere. Al 41’ è Guarin, che dopo una percussione, va al tiro da posizione ravvicinata ma l’estremo difensore respinge in angolo. Sugli sviluppi del corner, battuto malissimo, Reynaldo parte in contropiede e, dopo essere arrivato a tu per tu con Carrizo, colpisce la palla con un tocco sotto, quasi emulando la rete di Totti contro il City. Per fortuna dei nerazzurri, il risultato è differente.

La ripresa riprende sulla falsariga dei primi quarantacinque minuti: meglio gli ospiti rispetto ai padroni di casa. Poi, con il passare dei minuti, gli uomini di Mazzarri ritrovano i tempi di gioco: il primo vero pericolo per la formazione azera arriva al 57’ quando Icardi, dai 30 metri, esplode un potente destro che Sehic può solo deviare in angolo. A quel punto inizia la girandola dei cambi, con Hernanes che è costretto a uscire in barella per crampi, con Obi che entra al posto del brasiliano,ed Osvaldo e Medel per Guarin e Kuzmanovic. Con le due punte ed un centrocampo di soli mediani, l’Inter trova il raddoppio: Osvaldo serve Icardi sulla corsa con un esterno delizioso, e Maurito con un potente destro a incrociare batte Sehic, non impeccabile. A quel punto gli azeri provano a gettare il cuore oltre l’ostacolo ma il doppio vantaggio è impossibile da recuperare.

Nella prossima giornata l’Inter tornerà a San Siro contro il Saint-Etienne mentre il Qarabag giocherà in Ucraina contro il Dnipro.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it