Europa League: Genk implacabile, il Sassuolo chiude con una sconfitta

2016-12-09 14:49:31
Europa League: Genk implacabile, il Sassuolo chiude con una sconfitta
Pubblicato il 9 dicembre 2016 alle 14:49:31
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Il Genk espugna il Mapei Stadium nel recupero della gara rinviata per nebbia battendo 2-0 il Sassuolo nell'ultima giornata del Gruppo F di Europa League. Le reti, siglate entrambe nella ripresa, portano la firma di Heynen e di Trossard. I belgi si piazzano davanti a tutti in classifica con 12 punti, 2 in più dell'Athletic Bilbao secondo. Gli uomini di Di Francesco chiudono la loro prima avventura europea all'ultimo posto a quota 5.

Scelte obbligate per Di Francesco che cambia un uomo rispetto alla formazione annunciata alla vigilia: Caputo viene inserito nel tridente con Matri e Ragusa al posto del febbricitante Ricci. Tutto confermato nel Genk con la stellina giamaicana Bailey, Samatta e Trossard alle spalle di Kareli. Succede ben poco nel primo tempo. Il Sassuolo chiude bene tutti gli spazi e il Genk prova a fare la partita. E' dei belgi l'unica occasione da rete con Samatta che al 22' sfiora il palo su servizio di Bailey.

Di Francesco effettua due sostituzioni nell'intervallo inserendo Pellegrini e Ricci al posto di Missiroli e Ragusa. Al minuto 49 il Genk va ad un passo dal vantaggio con Samatta che calcia a botta sicura su assist di Heynen ma è decisiva la deviazione sulla linea di porta di Antei. E' solo il preludio al gol dei belgi che arriva al 58' con Heynen, bravissimo a piazzare sul secondo palo il pallone servito da Samatta. Il Genk sale in cattedra e al 62' va ad un passo dal raddoppio con una conclusione di Karelis parata da Pegolo. I padroni di casa si svegliano al 76' con Mazzitelli che colpisce troppo centralmente di testa il cross di Acerbi. Il numero 22 neroverde è invece sfortunatissimo un minuto più tardi quando, con un gran tiro dal limite, colpisce in pieno la traversa. La sfera rimbalza sulla linea prima di tornare in campo. Giusta la decisione dell'arbitro Grinfeld di non concedere la rete. All'80' il Sassuolo capitola: Karelis si libera del neo-entrato Magnanelli, serve Trossard che sotto porta non può sbagliare. Nel recupero il Genk sfiora addirittura il tris con Samatta che si divora il gol a tu per tu con Pegolo. Il Sassuolo esce di scena comunque a testa alta dalla prima esperienza europea. Il Genk si qualifica come primo e così Fiorentina e Roma potrebbero trovarsi di fronte ai sedicesimi l'Athletic Bilbao, secondo nel Gruppo F.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it