De Laurentiis: "Scudetto, ce la giochiamo con la Juve. Cavani? Lo aspettiamo a braccia aperte"

2018-11-22 11:33:18
Pubblicato il 22 novembre 2018 alle 11:33:18
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Matteo Pifferi

Dallo scudetto con la Juve ad Ancelotti fino al sogno Cavani e VAR: le dichiarazioni di Aurelio De Laurentiis fanno sempre notizia ed anche l'ultimo intervento del presidente del Napoli ha acceso la piazza partenopea. "Scudetto? Sono battute scaramantiche, né sogno né utopia, Ancelotti è un bravissimo allenatore, abbiamo bravissimi giocatori, bisogna avere pazienza, bisogna che la Var abbia un occhio più obiettivo sugli accadimenti in modo che il campionato rimanga equilibrato e rispettoso dell'impegno di tutti i club, questo è essenziale. Ce la giocheremo in molti, e noi del Napoli fino alla fine", sottolinea De Laurentiis.

 

Il numero uno azzurro spiega l'arrivo di Ancelotti: "Ci sentivamo da 5 anni, era un mio obiettivo perché non bisogna mai smettere di pensare alle cose migliori, quindi al di là dei sogni prima o poi si sarebbe verificata l’occasione per portarlo a Napoli". Immancabile la domanda sul possibile ritorno di Cavani"Io credo che il calcio si faccia in 11 e non con uno o due giocatori. Se il signor Cavani volesse venire sarebbe ben accolto come un giocatore di classe, in più. Poi bisognerebbe vedere come inserirsi in un contesto di gioco alla Ancelotti. Poi il Psg piuttosto che pagarlo scontento o inefficiente potrebbe anche darcelo in prestito o gratuitamente pur di levarsi un costo così alto di stipendio e se lui fosse in grado di rinunciare ad una parte del suo stipendio lo accoglieremmo a braccia aperte, sempre sentito il parere di Ancelotti".