CR7: "Qui non per soldi, stupro? La verità verrà a galla"

2018-10-29 15:20:06
CR7:
Pubblicato il 29 ottobre 2018 alle 15:20:06
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Michele Nardi

Prime parole da juventino per Cristiano Ronaldo, che si è concesso a France Football. “Non sono venuto alla Juve per i soldi, guadagnavo lo stesso a Madrid se non di più... Ma al Real Madrid non ero più considerato come prima. La differenza è che la Juve mi voleva davvero, me lo ha detto e me lo ha dimostrato”.

CR7 spiega i motivi che lo hanno spinto a lasciare la Casa Blanca: “All'interno del club, in particolare da parte del presidente Florentino Perez, non mi consideravano più come all'inizio. I primi quattro o cinque anni, ho avuto la sensazione di essere Cristiano Ronaldo, dopo meno. E quando circolavano notizie sul fatto che volessi andare via, avevo l'impressione che Perez non me lo avrebbe impedito. Il presidente mi guardava come se non fossi indispensabile, non mi ha mai visto se non come un rapporto d'affari e non mi ha mai detto qualcosa che venisse dal cuore”.

Ronaldo è contento di essere sbarcato in bianconero ma ricorda con affetto la sua esperienza a Madrid, straordinaria in termini di gol e titoli vinti: “Venire alla Juve è stata una buona scelta. Ho fatto tante cose buone a Madrid, ho vissuto dei momenti incredibili che ricorderò per sempre, con compagni di squadra che sono stati molto preziosi per me così come lo sono stati i tifosi. Ma dopo nove anni era il momento di cambiare club e andare altrove”.

L’addio al Real non è stata una conseguenza dell’addio di Zidane: “Ma si è trattato di un piccolo dettaglio che ha rafforzato quello che già pensavo della situazione del club”. Cristiano Ronaldo vuole ancora vincere e giocare nel calcio di alto livello: “Se fossi andato via per soldi sarei andato in Cina, dove avrei guadagnato cinque volte quello che prendo attualmente. Sogno di vincere il Pallone d’Oro per la sesta volta e superare Messi. Mentirei se dicessi che non desidero questo trofeo: vincerlo non è un'ossessione anche perché so già, nel cuore, di essere uno dei migliori giocatori della storia”.

Chiusa sul caso di presunto stupro di Kathryn Mayorga: “Questa storia interferisce con la mia vita. Ho una fidanzata, 4 figli, una famiglia che mi è molto vicina, oltre a una reputazione che è esemplare. Un giorno la verità verrà a galla ma ho dovuto dare spiegazioni alla mia compagna mentre mio figlio Cristiano jr è ancora troppo piccolo per capire. Ma è peggio soprattutto per mia madre e le mie sorelle, sono sbalordite e arrabbiate. Non le avevo mai viste così”.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it