Chievo, Ventura: "Basta menzogne, ho rinunciato al contratto"

2018-11-13 19:02:14
Chievo, Ventura:
Pubblicato il 13 novembre 2018 alle 19:02:14
Categoria: Serie A
Autore: Michele Nardi

Sul conto di Gian Piero Ventura e le sue dimissioni si sta dicendo molto in queste ore. L’ex C.t. ha voluto mettere a tacere le voci più disparate: “Stavolta non tollero menzogne, mi sono dimesso dal Chievo non per i risultati (sarei andato via anche in caso di vittoria col Bologna) ma perché io e la società volevamo raggiungere la salvezza attraverso due strade diverse. E ho rinunciato a due anni di contratto senza chiedere né pretendere alcunché”.

L’allenatore ha lasciato il club dopo appena quattro partite e un solo punto conquistato: “Sono arrivato al Chievo perché il presidente Campedelli è un amico e perché il momento di difficoltà della squadra coincideva con la mia grande voglia di riprendere ad allenare. Ho poi deciso di interrompere il rapporto, non per i risultati, ma quando ho avuto la certezza che, benché volessimo raggiungere lo stesso obiettivo, cioè la salvezza, io e la società volevamo perseguirla attraverso strade diverse. A quel punto, né io potevo pretendere che loro sposassero le mie idee, né loro potevano pensare che io condividessi il loro percorso”.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it