Champions, Viktoria Plzen-Roma 2-1

2018-12-12 20:52:17
Pubblicato il 12 dicembre 2018 alle 20:52:17
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Michele Nardi

La Roma perde 2-1 a Plzen. Un ko indolore per la classifica ma che fa male per motivazione e morale dei ragazzi di Di Francesco, alla disperata ricerca di continuità di risultati e di identità di gioco. Under pareggia momentaneamente il gol di Cermak ma poco dopo arriva Chory per il gol vittoria. La Roma alza bandiera bianca nel finale, quando Luca Pellegrini entra e rimedia due gialli nel giro di pochi minuti. La corsa in Champions continua e questa è l’unica notizia positiva che Di Francesco si riporta a Trigoria.

I giallorossi, come spesso capita, approcciano bene il match cercando di gestire pallone e ritmo portando in attacco tanti uomini. Sarà per la temperatura piuttosto rigida ma la velocità della manovra dei giallorossi non è veloce ne incisiva in avanti. Ne esce una prima parte di partita senza sussulti. Il primo squillo è di Pastore, che al 19’ riceve palla al limite ma tira centralmente. La Roma prova ad alzare i ritmi: al 22’ N’Zonzi scucchiaia per Kluivert, che entra in area ma non riesce a concludere, stessa sorte per Schick sulla ribattuta. I cechi però si mangiano il gol del vantaggio con Kovarik: Under sbaglia l’anticipo e apparecchia il tiro al 19 del Viktoria che però spara in curva. I giallorossi continuano a tenere il controllo del match ma al 38’ il Plzen sfiora di nuovo il vantaggio: Kovarik mette un pallone in mezzo per Chory che non arriva di un soffio su un facile tap in.

Il secondo tempo inizia con ritmi più elevati dei primi 45 minuti: la Roma ha subito una occasione con Kluivert. L’olandese viene liberato al tiro da Schick ma viene murato e la palla finisce in angolo. Il Viktoria sfiora il gol con Cermak, innescato da Kovarik, ma il destro di prima è impreciso. Di Francesco mette Zaniolo per Pastore al 58’ ma dopo pochi minuti la Roma va sotto: è Kovarik ad avventarsi sul cross rasoterra di Kopic, con Santon in colpevole ritardo. I giallorossi reagiscono dopo appena 6 minuti con un sinistro chirurgico di Under ma il pareggio dura appena 4 minuti. Azione confezionata dal neoentrato Petrzela, che mette in porta Chory. La Roma sbanda e rischia il tracollo ancora con lo scatenato Petrzela e si spegne man mano che passano i minuti. All’85’ Cristante ci prova tirando dalla distanza ma la bandiera si alza definitivamente quando Luca Pellegrini, entrato all’81’ per N’Zonzi, si prende due gialli su tre falli e lascia i suoi in dieci. E alla fine festeggia il Viktoria Plzen, che vanifica l’impresa del Cska Mosca, vittorioso a Madrid con il Real per 3-0.