Champions, Roma-Bayer Leverkusen: formazioni, diretta, pagelle. Live

2015-11-05 08:00:53
Champions, Roma-Bayer Leverkusen: formazioni, diretta, pagelle. Live
Pubblicato il 5 novembre 2015 alle 08:00:53
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it


Roma double face all'Olimpico nella quarta giornata del girone E di Champions League: dopo un secondo di tempo di passione i giallorossi superano 3-2 il Bayer Leverkusen. De Rossi e compagni salgono a quota 5 in classifica, scavalcando proprio le 'Aspirine', ferme a 4 punti: serviva una vittoria ed è arrivata. Ottimo primo tempo, quindi un avvio di ripresa da incubo: il rigore trasformato da Pjanic a dieci minuti dal termine rianima l'Olimpico. E ora la strada per gli ottavi passa da Barcellona: appuntamento per il 24 novembre al Camp Nou.

Garcia non smentisce le attese: il terzino destro è Florenzi, con Manolas c'è Rudiger e il tridente è composto da Gervinho, Dzeko e Salah. Schmidt schiera i suoi a trazione anteriore: in campo contemporaneamente Hernandez, Kiessling, Calhanoglu e Mehmedi. Pronti via il match si mette subito in discesa per i giallorossi: al 2' Dzeko lavora un pallone e inventa un filtrante meraviglioso per Salah. L'egiziano fa valere la sua velocità e fulmina Leno facendo esplodere l'Olimpico. La reazione dei tedeschi non arriva: un paio di palloni scodellati al centro dal talentino turco e poco altro. E così alla mezz'ora arriva il raddoppio: questa volte è Nainggolan a verticalizzare per Dzeko, con il bosniaco che si sblocca, ritrovando il gol che mancava dal 30 agosto contro la Juventus. Il leitmotiv, lancio in profondità e pedalare si ripete: prima Salah serve Dzeko che spreca da ottima posizione, quindi l'egiziano vanifica due contropiedi peccando di imprecisione. La Roma c'è, il Bayer molto meno: si va al riposo sul 2-0.

La ripresa assume subito le sembianze di un incubo per i tifosi dell'Olimpico: Schmidt si gioca la carta Bellarabi (dentro per Kiessling), che lo ripaga subito. Il neoentrato innesca Brandt, che scarica per Mehmedi: destro violento e palla in rete che richiama i fantasmi della BayArena. Per il 2-2 basta attendere il 51': ancora Bellarabi trova il varco giusto per Hernandez, il Chicharito si gira in un fazzoletto e fulmina Szczesny con un diagonale vincente. A complicare le cose c'è l'infortunio a Florenzi, costretto ad alzare bandiera bianca: dentro Maicon. La Roma sbanda, invoca un rigore su Dzeko, e soffre terribilmente: il match cambia di nuovo per un singolare doppio infortunio ai due neo-entrati, Bellarabi e Maicon. Fino all'episodio chiave: all'80' Salah deve solo spingere la palla in rete da trenta centimetri, ma Toprak lo stende. Per l'arbitro è rigore ed espulsione: Pjanic si prende la responsabilità e non sbaglia con un potente destro. Nel finale è ancora sofferenza, nonostante la superiorità numerica, ma la Roma trova i tre punti fondamentali nella corsa agli ottavi di Champions.
Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it