Champions: Milan-Barcellona, la grande attesa. Live

2013-02-20 14:15:41
Pubblicato il 20 febbraio 2013 alle 14:15:41
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Vivi in diretta su Datasport la grande attesa verso Milan-Barcellona

Le probabili formazioni:
Milan (4-3-3): 32 Abbiati, 20 Abate, 5 Mexes, 17 Zapata, 21 Constant, 18 Montolivo, 23 Ambrosini, 4 Muntari, 10 Boateng, 11 Pazzini, 92 El Shaarawy. A disp.: 1
Amelia, 76 Yepes, 2 De Sciglio, 36 Cristante, 12 Traoré, 22 Bojan, 19 Niang). All.: Allegri.
Barcellona (4-3-3): 1 Valdes, 2 Dani Alves, 3 Piqué, 5 Puyol, 18 Jordi Alba, 6 Xavi, 16 Busquets, 4 Fabregas, 17 Pedro, 10 Messi, 8 Iniesta. A disp.: 13 Pinto, 19
Montoya, 14 Mascherano, 25 Song, 11 Thiago, 9 Sanchez, 37 Tello. All.: Roura.


Questa sera allo stadio Meazza ci sarà anche Novak Djokovic, numero 1 del tennis e tifoso rossonero. "Rossoneri contro il Barcellona. Non posso perdermela. Milano sto arrivando", ha scritto Nole su Twitter.

I tifosi del Barcellona, arrivati in massa in pullman dalla Catalogna, hanno invaso Milano. Tantissimi supporter con i colori blaugrana in Piazza Duomo, tanti dei quali intonavano cori contro Josè Mourinho.

Pranzo da Gianni per i due club. "Quella di stasera sarà una grande partita, il Milan è sempre il Milan", ha detto Sandro Rosell. "Affrontiamo la squadra più forte del mondo. Però non sempre i favoriti vincono", ha fatto eco Galliani.

Milan-Barcellona anche sul mercato. Alle 13, durante il pranzo con i delegati Uefa, Galliani e Rosell parleranno del riscatto di Bojan: i rossoneri puntano ad abbassare di 4-5 milioni la richiesta di 15 dei blaugrana.

La stampa catalana punta ancora il dito contro il prato di San Siro: secondo Sport, il manto del Meazza sarebbe leggermente meglio rispetto alla passata stagione ma lascerebbe comunque molto a desiderare.

M'Baye Niang, su Twitter, precisa sulle voci che lo vorrebbero fuori dall'undici titolare per un problema fisico: "Non è vero, come dicono i giornali, che non dovrei giocare a causa di un dolore. Semplicemente è una scelta dell'allenatore"

Il giorno della grande sfida è arrivato. Il Barcellona, che per scaramanzia soggiorna nello stesso albergo dell'ultimo vittorioso incontro con i rosoneri, farà colazione alle 10. Di fronte all'hotel, a pochi passi dal Duomo di Milano, si è già creato un nutrito gruppo di curiosi.


Martedì 19

Riccardo Montolivo vive con trepidazione l'attesa del calcio d'inizio: "Non vediamo l'ora di misurarci contro i più forti al mondo per capire a che punto siamo. Serve spirito di sacrificio e bisogna mettere da parte anche il più piccolo personalismo".

Il Barcellona è carico, il suo capitano Carles Puyol anche di più. Il riccioluto difensore cercherà domani sera di guidare i blaugrana all'ennesima vittoria degli ultimi anni e vuole indicare la via ai compagni: "Noi attraversiamo un ottimo momento - spiega Puyol nella conferenza della vigilia - e crediamo nelle nostre possibilità: dovremo segnare almeno un gol e cercare di non concederne. Stiamo bene e vogliamo vincere tutto".

Eppure Puyol non sembra fidarsi del Milan: "Rispetto alla scorsa stagione i rossoneri hanno cambiato parecchio - l'opinione del capitano catalano -, sono andati via giocatori importanti ma l'organico resta di tutto rispetto. Nello spogliatoio ne siamo consapevoli: se giochiamo male possiamo tranquillamente uscire". Poi Puyol ricorda il suo amore per i rossoneri: "Ho sempre avuto un debole per il Milan, è la mia seconda squadra".

Intanto il pensiero va a Tito Vilanova, l'allenatore del Barcellona, che non potrà essere della partita: è infatti in America per proseguire le cure contro il suo tumore. "E' come se fosse qui con noi - le belle parole di Puyol -. Gli ho parlato di recente e l'ho sentito sollevato. Ha una grande forza d'animo, come tutti in questo club".


"A.C. Milan comunica che Mathieu Flamini, dopo aver avvertito una contrattura alla coscia sinistra, si è sottoposto a esami medici che hanno evidenziato una sofferenza muscolare senza lesioni. Antonio Nocerino, invece, soffre di una piccola lesione al bicipite femorale destro. Nei prossimi giorni verrà rivalutato dallo staff medico". Con queste parole il sito del Milan annuncia l'assenza dei due centrocampisti alla sfida di domani sera contro il Barcellona.


Brutta notizia in casa rossonera: anche Antonio Nocerino deve rinunciare alla sfida contro il Barcellona. Il centrocampista non ha infatti recuperato dal problema al flessore della coscia sinistra e si aggiunge alla lunga lista degli indisponibili, che comprenderà con ogni probabilità anche Mathieu Flamini, uno dei giocatori indicati da Silvio Berlusconi come eventuale custode di Lionel Messi. Centrocampo da inventare, dunque, per Max Allegri: si va verso l'arretramento di Boateng a centrocampo con Niang a comporre il tridente con Pazzini ed El Shaarawy.


Massimiliano Allegri rischia di dover rinunciare a Mathieu Flamini, che nelle previsioni dovrebbe giocare dal 1' al fianco di Montolivo e Ambrosini. "Mi ha appena detto il dottore che Flamini ha un problema'', ha spiegato l'ad rossonero Adriano Galliani parlando con i giornalisti a Milanello. Al posto del francese potrebbe giocare Muntari.


Alle 11.55 è atterrato il volo Turkish Airlines con a bordo il Barcellona. Con la squadra anche il presidente Rosell e il ds Zubizarreta, oltre ai padri di Fabregas, Piquè e Guardiola. Lo riporta Sport.es.


"Nonostante si dica che il Milan non stia attraversando un buon momento, è una squadra che ha più coppe europee di noi e che storicamente ci ha reso le cose complicate. Dobbiamo essere competitivi e dobbiamo dimostrarlo sul campo", ha detto Xavi a Sport.


Alle 12.05 il Barcellona atterrerà a Milano. Secondo quanto riporta Sport.es, i giocatori blaugrana si sono imbarcati regolarmente nonostante lo sciopero della Iberia, la compagnia spagnola. Messi e compagni sono passati da un ingresso laterale per ragioni di sicurezza e sono stati condotti fin sotto l'aereo in pista.


Lunedì 18

Risolto il dubbio relativo a David Villa. Il Guaje, che nell'ultima settimana è stato vittimo di una colica renale, non è stato infatti convocato per la trasferta di Milano in quanto non ha ancora pienamente recuperato la condizione.

Sarà lo scozzese Craig Thomson a dirigere la supersfida di San Siro. Nato il 20 luglio 1972, l'esperto arbitro britannico è internazionale dal 2004. Thomson è stato uno dei 12 direttori di gara selezionati per gli Europei di Polonia e Ucraina della scorsa estate, nel corso dei quali ha arbitrato due partite della fase a gironi: Danimarca-Portogallo e Repubblica Ceca-Polonia.

E' iniziato il conto alla rovescia per Milan-Barcellona: mercoledì sera San Siro ospiterà uno degli ottavi di finale di Champions League più affascinanti. Di fronte, come ama sottolineare il sito ufficiale rossonero, "la squadra più titolata contro la squadra attualmente più forte", o se si preferisce "la partita del mondo". Al Meazza ci saranno più di 80mila spettatori per un incasso record. Sono 5mila i tifosi blaugrana in arrivo dalla Spagna. A disposizione restano pochissimi biglietti acquistabili solo su Internet.

La squadra catalana recupera Xavi, che sarà regolarmente a disposizione. Notizie confortanti anche in casa rossonera: El Shaarawy, lasciato a riposo contro il Parma venerdì sera per un problema al ginocchio, è tornato ad allenarsi in gruppo.

Il Barcellona gioca una partita ufficiale a Milano contro i rossoneri per la nona volta nella sua storia: è imbattuto da nove anni. L'ultimo ko risale al 20 ottobre 2004, in un match valido per la fase a gironi di Champions League: finì 1-0 con rete di Shevchenko. La sfida di ritorno è in programma al Camp Nou martedì 12 marzo.

L'ex della partita è il rossonero Bojan Krkic, che in blaugrana ha disputato 163 match realizzando 41 gol: "E' una partita diversa, speciale per me. Però non voglio pensare a quello che ho dentro, ma solo ai novanta minuti di calcio che ci aspettano. . Siamo in un buon momento: dobbiamo avere fiducia, cercare di avvicinarci alla partita lavorando bene".