Champions League: Psg ai quarti, Ibra sgretola il Chelsea

2016-03-10 08:43:54
Pubblicato il 10 marzo 2016 alle 08:43:54
Categoria: Notizie Champions League
Autore: Redazione Datasport.it

E alla fine ci pensa proprio Zlatan Ibrahimovic a trascinare il Paris Saint Germain ai quarti di finale di Champions League. Dopo il 2-1 dell'andata al Parco dei Princicipi, la squadra di Blanc espugna con lo stesso risultato Stamford Bridge eliminando il Chelsea. Lo svedese serve prima l'assist a Rabiot per il vantaggio dei francesi e poi mette in ghiaccio la qualificazione siglando il raddoppio sul cross di un sontuoso Di Maria. Ai Blues nulla serve il momentaneo pareggio firmato da Diego Costa, poi uscito per infortunio.

Hiddink conferma il 4-2-3-1 con Willian, Hazard e Pedro alle spalle di Diego Costa. Nel Psg spazio al tridente composto da Di Maria, Ibra e Lucas con Cavani in panchina e Verratti ancora ai box per infortunio. Dopo 4 minuti il Chelsea va vicino al vantaggio con un tiro di Diego Costa respinto da Trapp. Ivanovic salva poi sulla linea il destro a botta sicura di Di Maria. Al 16' gli ospiti passano comunque in vantaggio con Rabiot che deve solo spingere in rete il perfetto cross basso di Ibrahimovic, liberato da Di Maria. Dieci minuti più tardi il Chelsea pareggia con un'invenzione di Diego Costa che si libera con una finta di Thiago Silva e scarica in rete di sinistro il pallone dell'1-1. Nel finale di frazione è ancora l'attaccante spagnolo di origini brasiliane a calciare in porta trovando la respinta di Trapp.

A inizio ripresa gli inglesi spingono sull'acceleratore ma trovano sulla loro strada un grande Trapp che, nel giro di pochi secondi, si immola prima sul destro di Willian e poi sul sinistro di Hazard. Hiddink deve fare i conti con gli infortuni di Diego Costa e Hazard, usciti entrambi per problemi muscolari: al loro posto spazio a Traoré e Oscar. Il match si chiude virtualmente al 66' quando Di Maria va via sulla sinistra, mette in mezzo per Ibrahimovic che, tutto solo, non sbaglia il pallone del 2-1. Per il Chelsea è notte fonda mentre il sogno dello svedese di conquistare una Champions League prosegue e per una notte è finalmente lui il re di Coppa.