Champions: impresa Milan, due sberle al Barça

2013-02-21 08:00:38
Pubblicato il 21 febbraio 2013 alle 08:00:38
Categoria: Notizie Liga
Autore: Redazione Datasport.it

Rivivi le emozioni del match: cronaca, tabellino e pagelle

Impresa del Milan nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League
. Al Meazza i rossoneri battono 2-0 il Barcellona grazie a due reti di marca ghanese: Boateng apre le marcature al 57', Muntari firma il raddoppio all'81'. Partita impeccabile della squadra di Allegri, che non concede niente a Messi e compagni e fa il pieno di fiducia in vista della gara di ritorno in programma il 12 marzo al Camp Nou.

Squadre in campo con due 4-3-3 speculari. Vista l'assenza di Balotelli, che ha già giocato in Champions con il City, Allegri affida l'attacco a Boateng, El Shaarawy e Pazzini. In difesa Abate vince il ballottaggio con De Sciglio. Centrocampo obbligato con Montolivo, Ambrosini e Muntari, indisponibili per infortunio Flamini e Nocerino. Barcellona al gran completo, i compagni d'attacco di Messi sono Pedro e Iniesta, a centrocampo il trio Xavi-Busquets-Fabregas.

Il copione della partita è il solito, con i catalani che cercano di stanare il Milan con la loro consueta fitta rete di passaggi. I rossoneri però chiudono tutti i varchi, si difendono alla perfezione e nei primi 45 minuti non concedono neanche una palla gol al Barça, che gestisce il possesso senza mai affondare. L'unica occasione del primo tempo è per il Milan: al 16' El Shaarawy sfonda a sinistra ma sbaglia il controllo decisivo a tu per tu con Victor Valdes.

Il canovaccio non cambia nella ripresa. Il Milan difende senza mai andare in affanno e al 57' trova il vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione. Montolivo prova la conclusione dalla distanza, la palla carambola su una mano di Zapata e finisce sui piedi di Boateng, che appena dentro l'area batte Valdes con un sinistro rasoterra. Gli spagnoli protestano ma il tocco di mano del difensore colombiano è involontario. Il gol incassato non scuote il Barcellona, che fatica ad alzare il ritmo. Roura, in panchina al posto del convalescente Vilanova, inserisce Sanchez per uno spento Fabregas ma la mossa del tecnico non basta a scuotere i catalani.

L'unico brivido per i rossoneri è un destro dalla distanza di Iniesta al 76' che si spegne sul fondo. Ma è un fuoco di paglia, il Milan risponde colpo su colpo e all'81' trova il raddoppio. Niang, subentrato a Pazzini, controlla una palla nell'area catalana e serve El Shaarawy, che dopo un elegante palleggio allarga per Muntari: il ghanese supera Valdes con un preciso diagonale di sinistro. Anche dopo il raddoppio la reazione di Messi e compagni è nulla: finisce 2-0 per il Milan, la festa del Meazza rossonero può cominciare.