Celtic, Lennon avverte la Juve: "Noi ci crediamo"

2013-02-11 18:52:53
Pubblicato il 11 febbraio 2013 alle 18:52:53
Categoria: Notizie di attualità
Autore: Redazione Datasport.it

"La Juventus è ovviamente favorita ma in due partite può succedere di tutto e noi ci crediamo". Non ha paura il tecnico del Celtic Neil Lennon in vista del martedì di Champions in cui al Celtic Park giocheranno i campioni d'Italia della Juventus, tornati, a detta del manager degli scozzesi, "ai loro livelli e a dominare in Serie A".

Il Celtic non si qualificava agli ottavi di finale di Champions League dalla stagione 2007-2008. Quest'anno i Bohyessi sono piazzati al secondo posto del girone G, dietro ai campioni del mondo del Barcellona; i blaugrana, contro ogni pronostico, sono già usciti a mani vuote dalla trasferta di Glasgow: il 7 novembre 2012, giorno del 125esimo anniversario della fondazione del club, il Celtic s'impose per 2-1 grazie alle reti di Wyanama e Watt. "Abbiamo già dimostrato contro il Barcellona di saper fare grandi prestazioni - ha per l'appunto ricordato Lennon -, possiamo ripeterci. Siamo molto orgogliosi di aver riportato una partita così importante al Celtic Park, i nostri tifosi saranno il dodicesimo uomo in campo".

Il 41enne manager scozzese, 214 match da centrocampista con la maglia del Celtic, ha infine parlato delle differenze fra Juventus e Barcellona: "Giocano in maniera differente, la Juve è veramente forte in difesa, sia in A che in Champions si è fatta valere. Abbiamo studiato bene il loro gioco - ha precisato Lennon -. Matri mi ha impressionato. Pirlo è uno dei più forti giocatori di tutti i tempi. La Juve è forte, ma sarebbe un errore sottovalutare le nostre possibilità".