Champions, Bayern Monaco-Juventus: formazioni, diretta, pagelle. Live

2016-03-17 08:45:55
Pubblicato il 17 marzo 2016 alle 08:45:55
Categoria: Serie A
Autore: Redazione Datasport.it

Partita assurda all'Allianz Arena: il Bayern Monaco supera 4-2 la Juventus dopo i tempi supplementari, nella gara di ritorno degli ottavi di Champions. I bavaresi accedono ai quarti di finale, dopo essere stati ad un passo dall'eliminazione: al novantesimo i bianconeri conducevano 1-2, quindi la rete di Muller ha trascinato l'incontro agli overtime. Di Thiago Alcantara (108') e Coman (110') i gol della vittoria tedesca. Beffa atroce per la squadra di Allegri, eliminata dopo 73' minuti strepitosi.

{foto}

Senza Dybala, Marchisio e Chiellini, Allegri si affida al 4-5-1 con Morata unica punta e Cuadrado-Alex Sandro larghi sulle fasce. Guardiola perde Robben, rilanciando Ribery dal primo minuto. Pronti, via e la Juventus passa: Khedira pesca Lichtsteiner, pasticcio Alaba-Neuer e Pogba insacca a porta vuota lo 0-1. I bianconeri sono formidabili: squadra corta, compatta e pressing altissimo, il Bayern non gira ed è lontano parente da quello visto nel primo tempo dello Stadium. E al 28' arriva il raddoppio: palla persa da Alaba, azione strepitosa di Morata che apre su Cuadradro, dribbling e conclusione che fulmina Neuer per lo 0-2. In precedenza Eriksson stoppa Morata, a segno con un pallonetto, per fuorigioco: Kimmich sembra tenere in gioco lo spagnolo. La banda di Guardiola proprio non c'è: Cuadrado sfiora il tris, solo una deviazione di Neuer salva i bavaresi. Buffon subisce un solo tiro in porta: da Muller, al 41'. Si va al riposo con la Juve in paradiso.

La ripresa inizia come si era chiusa la prima frazione: ottima Juve, Bayern assopito e confusionario. I bianconeri macinano gioco, ma intorno all'ora di gioco i bavaresi iniziano a premere con maggiore insistenza, seppur senza creare palle gol. A rianimare i tedeschi è il solito Lewandowski: assist perfetto di Douglas Costa (il migliore in campo) e incornata vincente del polacco, che fa 1-2. L'Allianz Arena è una bolgia: il tempo stringe, la Juve soffre ma si arriva al novantesimo col vantaggio di Buffon e compagni. Nel primo di recupero la beffa: errore in uscita di Evra, cross di Coman e zuccata trionfale di Muller. E' il 91' e siamo di nuovo sul 2-2, come all'andata. Ma questa volta significa supplementari. Decisivo l'ingresso di Coman: proprio l'ex bianconero ha mandato in crisi i meccanismi difensivi di Allegri.

Nei supplementari il ritmo cala, ma il match è apertissimo: i cambi di Allegri non danno però i frutti sperati, con Sturaro, Pereyra e Mandzukic mai in partita. Al 108' ecco che a decidere il match è proprio l'ultimo innesto dalla panchina bavarese: ancora un errore di Evra che libera male, uno-due fra Thiago Alcantara e Muller, con lo spagnolo che mette la firma sul vantaggio, 3-2 Bayern. Crollano qui i sogni bianconeri, demoliti definitivamente dalla sgroppata di Coman: gelido gol dell'ex, che scherza Bonucci e trafigge Buffon col mancino. Il sipario su questa finale anticipata cala sul 4-2: tanti, tantissimi ripianti per i bianconeri, che a centoventi secondi dal fischio finale dei tempi regolamentari avevano la qualificazione in pugno. Ai sorteggi di Nyon, venerdì, ci sarà però il Bayern Monaco.