Castaignos: “Van Basten? Era nel club sbagliato”

2011-03-01 21:30:50
Pubblicato il 1 marzo 2011 alle 21:30:50
Categoria: Serie A
Autore: Piergiuseppe Pinto

Luc Castaignos firma con l’Inter e le sue prime parole sono già tinte di nerazzurro purissimo. “Al momento la squadra di Leonardo è più forte del Milan”, ha dichiarato il 18enne a Sky Sport 24. Olandese come Marco Van Basten, un modello da seguire anche se per l’attaccante ormai ex Feyenoord il tre volte Pallone d’oro fece un unico errore: “Non giocava nella squadra di Milano giusta”. Dichiarazioni da interista vero, i tifosi lo aspettano già a braccia aperte per quando a luglio sarà a disposizione di Leonardo.  

Mi piace la maglia, bei colori. E anche il mio nome sta bene. Spero di avere il numero 30, che avevo anche al Feyenoord”, ha detto Castaignos a Sky. “Van Basten? Era un grande giocatore, ma credo che non giocasse nella squadra di Milano giusta, non indossava i colori giusti. Adesso, invece, nell'Inter c'è Sneijder, lui sì che gioca per la squadra giusta. Mi piacciono anche Eto’o, Milito, Zanetti , Cambiasso, questa è un club fortissimo”.

In molti in questi mesi hanno paragonato il talento 18enne al francese Thierry Henry. “Non saprei perché – ha commentato sempre il giovane attaccante - credo perché sono anch'io veloce, ma non ne sono sicuro. Il giocatore più forte d’Europa? Messi, arriva da un altro pianeta”.

Sono giorni decisivi per la sua carriera e Castaignos tornerà in Italia a luglio per iniziare definitivamente la sua avventura in Serie A: “Sono molto felice di aver firmato il contratto con l'Inter – ha dichiarato - perché questa è una grande società. Credo che questo sia il sogno di qualunque ragazzo della mia età, di 18 anni. Ci sono giocatori molto forti, di grande talento. Credo che vinceranno contro il Bayern al ritorno, credo che vinceranno anche il campionato. In questa stagione al momento l'Inter è più forte del Milan. Ho scelto l'Inter perché ha vinto tutto, per me è il club più grande, hanno vinto la Champions League, ha vinto tutto anche in Italia.Non sapevo che mi volesse anche l'Arsenal, comunque l'Inter per me era la prima scelta”.