Serie B 2018-2019
Serie B 2018-2019
Tempo reale
Tempo reale

Pescara - Foggia: 1 - 0 | Tempo reale, Formazioni

4° giornata Serie B 2018-2019

Stadio Adriatico - Giovanni Cornacchia

22 settembre 2018 ore 15:00
Il Meteo ora sul campo

Arbitro: Luigi Pillitteri

Pescara

73° A. Gravillon

Logo Pescara
1
-
0

Conclusa

Logo Foggia
73° A. Gravillon

Foggia

Logo Foggia
0

Conclusa

15'
30'
45'
60'
75'
90'
Cronaca a cura di: Stefano Buda
Mostra dettagli:

Il Pescara supera il Foggia, per 1-0, davanti al proprio pubblico. E' un capolavoro di cinismo da parte dei ragazzi di Pillon, che soffrono, rischiano di andare sotto sul rigore sbagliato da Mazzeo e poi piazzano il colpo vincente griffato Gravillon. Il Foggia può recriminare soltanto con se stesso: è padrone del campo per novanta minuti, ma non concretizza l'enorme mole di gioco creata. La sterilità offensiva dei satanelli rischia di costare caro a Grassadonia: oggi erano numerosi i tecnici presenti in tribuna e interessati in caso di esonero. Marco Baroni sembra essere in pole position. Gli abruzzesi intanto proseguono la propria marcia: Pescara imbattuto, con due vittorie in casa e due pareggi esterni. Media inglese perfettamente rispettata. Anche una vittoria frutto di una prestazione non proprio brillante può essere un segnale, soprattutto in termini di solidità e compattezza di squadra. Rossoneri troppo nervosi e imprecisi, complice anche il fardello della penalizzazione in classifica. Con la qualità di gioco mostrata oggi, però, anche in Puglia c'è da essere ottimisti.

90'+6
E' finita a Pescara. I ragazzi di Pillon battono il Foggia 1-0

90'+5
Brivido in area del Pescara, con il tocco di testa di Michele Camporese che finisce fuori di poco

90'+4
Cinque minuti di recupero. Il Pescara prova a guadagnare secondi preziosi. Il Foggia attacca con le poche forze residue

90'+1
Calcio d'angolo battuto da Cristian Galano, tiro alle stelle di Oliver Kragl

87'
Sostituzione Foggia: esce Marco Carraro ed entra Gabriele Gori

87'
Terzo cambio per il Pescara: esce Matteo Ciofani ed entra Hugo Armando Campagnaro. Pillon rinforza gli ormeggi

86'
Foggia alla disperata ricerca del pareggio, il Pescara si difende e riparte. Biancazzurri cinici e spietati. Pugliesi anche sfortunati, ma spreconi

83'
Ammonito Ledian Memushaj per fallo tattico, a metà campo, su Kragl

83'
Ripartenza micidiale di Leonardo Mancuso, che affonda per 40 metri di campo, penetra in area e prova un tiro a giro che finisce fuori

81'
Corner e tiro fuori di Emanuele Cicerelli. Foggia costantemente in avanti. Pillon impreca in panchina

79'
Corner e palla a Francesco Deli, solo in area, che cicca la palla e in pratica la consegna tra le braccia di Fiorillo

79'
Miracolo di Fiorillo sul gran colpo di testa di Fabio Mazzeo da distanza ravvicinata. La palla era destinata all'incrocio

77'
 Gaetano Monachello si divora il gol del raddoppio sparando alto da buona posizione

76'
Grassadonia passa alla difesa a quattro: entra Emanuele Pio Cicerelli ed esce Giuseppe Loiacono

75'
Esplode lo stadio Adriatico. Gravillon, da protagonista negativo in occasione del rigore, con la complicità di Perrotta, ad autore del gol del vantaggio

73'
GOL del Pescara con Andrew Gravillon, che schiaccia di testa sul cross di Memushaj dalla destra e batte Bizzarri

73'
Calcio di punizione battuto da Brugman: tioro velenoso e palla in corner

72'
Ammonito Giuseppe Loiacono e calcio di punizione, al limite dell'area avversaria, per il Pescara

69'
Calcio di rigore battuto da Mazzeo: palla che finisce sulla traversa e poi termina fuori

68'
Calcio di rigore per il Foggia: fallo di Gravillon che abbatte Galano in area. Grave errore di Perrotta che propizia l'inserimento di Galano, regalandogli palla. Ammonito Gravillon 

67'
Bel tiro a giro di Gaetano Monachello, da 25 metri, con la palla che termina di poco al lato

66'
Prima sostituzione da parte di Grassadonia: esce Lucas Chiaretti ed entra Cristian Galano

65'
Colpo di testa di Deli, debole e alto, sul cross di Mazzeo

58'
Altra sostituzione nel Pescara: esce Christian Capone ed entra Mirko Antonucci. Non cambia nulla a livello tattico

57'
Lucas Chiaretti lavora un buon pallone al limite dell'area avversaria, si gira e lascia partire un buon tiro, sul primo palo della porta difesa da Fiorillo, con la sfera che esce di poco

55'
Ammonito Francesco Deli per proteste

53'
Brugman passa a vertice basso, al posto di Kanoutè, supportato da Brugman e Machin

51'
Sostituzione: entra José Machin, esce Franck Kanouté

51'
Foggia padrone del campo, Pillon infuriato. Pronto ad entrare Machin

49'
Calcio d'angolo battuto da Kragl, la palla arriva a Chiaretti che lascia partire un gran tiro dal vertice destro dell'area: Camporese manca l'aggancio di un soffio, solo davanti a Fiorillo

48'
Cross di Zambelli, Fiorillo sventa in corner

46'
Secondo tempo appena iniziato. Batte Monachello. Stessi 22 in campo

Il primo tempo termina con il classico risultato a occhiali. Gara gradevole, sempre viva, con il Foggia che ha fatto di più, senza però rendersi mai particolarmente pericoloso. Funziona la linea di centrocampo a 5 predisposta da Grassadonia, con Zambelli e Kragl ad allargare il gioco sugli esterni e i tre mediani a fare pressing, impedendo al Pescara di manovrare. In ombra diversi biancazzurri, con la squadra di Pillon che in fase di costruzione appare troppo macchinosa e compassata. Numerosi errori su entrambi i fronti, con palloni persi banalmente e passaggi fuori misura. Ci sono ancora 45 minuti più recupero per sbloccare il risultato

45'
Pillon non è soddisfatto. Si sbraccia in panchina

45'
Pericolo in area del Foggia, con Brugman che riparte, fa tutto bene, ma una volta in area non si intende con Monachello, che accorre al centro dell'area 

44'
Palla persa dal Foggia in uscita, riparte Mancuso sulla destra, ma il suo tiro, non irresistibile, è smorzato da un difensore e poi bloccato da Bizzarri

39'
L'arbitro allontana Aldegani dal campo. Il preparatore dei portieri del Pescara deve avere detto qualche parola di troppo

37'
Mazzeo lanciato a rete, Gravillon lo contrasta e rimane a terra. La difesa biancazzurra sventa la minaccia con qualche affanno

36'
Gran botta di Lucas Chiaretti dai 30 metri: potente e angolato, forse troppo. Palla al lato

34'
Ammonito Perrotta per un fallo a metà campo. L'intervento era sembrato nettamente sulla palla. Proteste del pubblico sugli spalti e dei giocatori del Pescara

32'
Buon suggerimento di Del Grosso per Capone, che dalla sinistra si accentra e tira, ma la conclusione è sballata e finisce in curva 

28'
Il pressing dei satanelli, con una linea mediana particolarmente folta, non consente al Pescara di ripartire con fluidità. Meglio il Foggia in questa prima parte della gara

26'
Proteste del pubblico e dei giocatori del Pescara per un brutto fallo di Loiacono su Del Grosso non sanzionato con il giallo dall'arbitro

25'
Buona iniziativa di  Lucas Chiaretti che sulla sinistra penetra in area e, da posizione decentrata, lascia partire un tiro-cross neutralizzato da Fiorillo

18'
Ammonito Matteo Ciofani, che blocca fallosamente Deli, lanciato verso l'area del Pescara

14'
Il Pescara ora ha preso il controllo del gioco e manovra evidenziando un buon fraseggio

13'
Calcio d'angolo battuto da Brugman, mischia, palla fuori area a Memushaj che tira al volo: Perrotta cerca la correzione in rete, ma la botta è troppo forte e la palla schizza alle stelle

10'
Progressione di Francesco Deli sulla tre quarti, tiro fuori misura. Partita viva e aperta

9'
Buona giocata di Kanouté, tiro debole e centrale. Bizzarri blocca

8'
Calcio d'angolo battuto da Ledian Memushaj: niente di fatto

7'
Primi minuti di marca foggiana, con la squadra di Grassadonia che occupa stabilmente la tre quarti, senza però creare grosse occasioni. Il Pescar prova a ripartire

5'
Botta di Carraro da fuori che fa la barba al palo. Fiorillo era comunque sulla traiettoria

1'
Partiti. Calcio d'inizio battuto dal Foggia, in maglia rossonera. Tradizionale casacca biancazzurra per il Pescara

I padroni di casa, attesi da un doppio turno casalingo, contro Foggia e Crotone, si lanciano all'assalto dei satanelli di Grassadonia, davanti al proprio pubblico: novità di formazione tra gli abruzzesi, con Kanouté vertice basso di centrocampo, a supportare Memushaj e Brugman. In attacco esordio da titolare per Monachello, affiancato nel tridente da Mancuso e Capone. Riposano Cocco e Antonucci. Il Foggia risponde con un 3-5-2: i pugliesi, ultimi in classifica, anche a causa della penalizzazione, sono alla disperata ricerca di punti. Proveranno a colpire affidandosi al dinamismo dei due esterni di centrocampo e alla fame di gol delle due punte Chiaretti e Mazzeo.

Il Pescara può approfittare del big match Crotone-Hellas per puntare le zone alte della classifica. Domani riceve il Foggia, attuale fanalino di coda della Serie B, ultimo a -5 e con otto gol subiti in tre partite. Ma attenzione al Foggia di Grassadonia. I pugliesi scontano otto punti di penalizzazione per illeciti amministrativi, ma all’esordio hanno passeggiato sul Carpi e poi hanno incontrato due big come Crotone e Palermo, facendo soffrire non poco i rosanero di Tedino, vittoriosi solo in rimonta. E domani i “Satanelli” potranno contare su Galano, che ha scontato le tre giornate di squalifica dopo i playoff della scorsa stagione con il Bari.
Pescara
IN CAMPO (4-3-3)
1 V. Fiorillo
3 C. Del Grosso
23 M. Perrotta 34°
5 A. Gravillon 68° 73°
31 M. Ciofani 87° 18°
16 G. Brugman Duarte
30 F. Kanouté 51°
8 L. Memushaj 83° 73°
7 L. Mancuso
9 G. Monachello
11 C. Capone 58°

IN PANCHINA
12 E. Kastrati
13 M. Fornasier
2 H. Campagnaro 87°
14 A. Balzano
20 A. Palazzi
28 F. Melegoni
17 A. Cocco
10 J. Machin 51°
25 L. Crecco
26 M. Antonucci 58°
19 M. Marras
29 F. Del Sole
Allenatore
Giuseppe Pillon
Foggia
IN CAMPO (3-5-2)
1 A. Bizzarri
6 G. Loiacono 76° 72°
31 M. Camporese
14 L. Martinelli
13 M. Zambelli
8 M. Carraro 87°
10 F. Deli 55°
4 C. Agnelli
11 O. Kragl
21 L. Chiaretti 66°
19 F. Mazzeo

IN PANCHINA
22 A. Noppert
12 S. Sarri
3 L. Ranieri
28 M. Arena
5 D. Tonucci
29 K. Ramé
25 A. Gerbo
30 M. Busellato
32 G. Gori 87°
17 C. Galano 66°
24 E. Cicerelli 76°
21 D. Boldor
Allenatore
Gianluca Grassadonia

Logo Pescara

4-3-3

Arbitro: Luigi Pillitteri

Logo Foggia

3-5-2

1 Fiorillo
1 Bizzarri
3 Del Grosso
6 Loiacono
23 Perrotta
31 Camporese
5 Gravillon
14 Martinelli
31 Ciofani
13 Zambelli
16 Brugman Duarte
8 Carraro
30 Kanouté
10 Deli
8 Memushaj
4 Agnelli
7 Mancuso
11 Kragl
9 Monachello
21 Chiaretti
11 Capone
19 Mazzeo

Il grafico rappresenta le formazioni iniziali delle squadre.

Pagelle a cura di: Stefano Buda

Arbitro
Luigi Pillitteri 5.5
E' chiamato ad arbitrare una gara difficile e molto nervosa: non sempre impeccabile la gestione dei cartellini, giusta la decisione di assegnare il rigore ai pugliese. Sbaglia diverse decisioni sui tanti duelli che le due squadre ingaggiano a metà campo

Pescara
Allenatore: Giuseppe Pillon 7.0
La sua squadra non è in grande giornata, ma per tutta la gara trasmette la sua grinta e la sua voglia di lottare ai biancazzurri. Decisivi i cambi nel secondo tempo, con la scelta di lanciare nella mischia Antonucci che incide sul gol del Pescara
Vincenzo Fiorillo (POR): 7.0
Decisivo il suo intervento sul colpo di testa di Mazzeo destinato all'incrocio. Pronto e reattivo in altre occasioni. Lascia il segno sulla vittoria della sua squadra
Cristiano Del Grosso (DIF): 6.0
Prende per mano il reparto difensivo e argina come può uno Zambelli che, soprattutto nel primo tempo, appare in grande condizione
Marco Perrotta (DIF): 5.0
Imperdonabile l'errore sull'azione che propizia il rigore per il Foggia. Peccato, perché fino a quel momento era apparso lucido e attento
Andrew Gravillon (DIF): 7.0
Non ha scelta quando è costretto ad atterrare in area Galano, causando il penalty sbagliato da Mazzeo. Si riscatta con un gran gol, da attaccante di razza. Per il resto della gara si disimpegna con grande sicurezza
Matteo Ciofani (DIF): 5.5
Soffre molto gli inserimenti di Kragl sulla sua fascia, ma tiene botta ed è l'ultimo a mollare
Gaston Brugman Duarte (CEN): 6.0
Soffre il pressing della mediana foggiana, ma è sempre dai suoi piedi che nascono le azioni più pericolose del Pescara
Franck Kanouté (CEN): 5.5
Sabato scorso, a Brescia, aveva cambiato volto al Pescara, trascinandolo verso il gol del pareggio. Contro il Foggia, invece, le sbaglia tutte, commettendo gravi errori di impostazione e in appoggio
Ledian Memushaj (CEN): 6.5
Quantità e qualità nell'area nevralgica del campo. Non ruba gli occhi ma è sempre nel vivo del gioco. Ispira, con un assist al bacio, il gol di Gavrillon
Leonardo Mancuso (ATT): 6.0
Corre, lotta e sgomita per tutta la parita. Dalle sue parti, però, arrivano pochi palloni giocabili
Gaetano Monachello (ATT): 6.5
Dalle sue parti arrivano pochi rifornimenti, ma ci prova in tutte le maniere. Nel primo tempo ha un paio di buoni spunti e non è fortunato
Christian Capone (CEN): 5.0
L'azzurrino resta un mistero. Anche oggi sempre fuori dal gioco, senza grinta e senza spunti nelle rare occasioni in cui la palla arriva dalle sue parti. Pillon lo sostituisce e gli effetti si vedono
Hugo Armando Campagnaro (DIF): 6.0
Entra nella fase più delicata del match, a pochi minuti dalla fine, e dà alla sua squadra un importante contributo in termini di tranquillità ed esperienza
José Machin (CEN): 5.5
Pillon lo getta nella mischia al posto di uno spento Kanoutè: aggiunge fisicità alla mediana biancazzurra, ma sbaglia un paio di appoggi in uscita che gridano vendetta
Mirko Antonucci (CEN): 6.5
Fondamentale il suo ingresso in campo: sulla sua fascia il Pescara, almeno per qualche minuto, trova vivacità e dinamismo. E' lui a procurare il calcio di punizione dal quale, sugli sviluppi dell'azione, arriva il gol di Gavrilllon
Foggia
Allenatore: Gianluca Grassadonia 5.5
Foggia sempre in controllo del gioco ed è dunque difficile imputargli la responsabilità della sconfitta. Avrebbe dovuto effettuare le sostituzioni in modo più tempestivo, in particolare inserendo prima Galano. La cattiveria e la determinazione sotto porta, però, sono caratteristiche che chiamano in causa la personalità dei giocatori
Albano Benjamin Bizzarri (POR): 6.0
Quasi inoperoso per gran parte della gara. Non può nulla sul gol del Pescara
Giuseppe Loiacono (DIF): 5.5
Concentrato ed attento per gran parte della gara. Sciupa una ghiotta occasione davanti alla porta di Fiorillo
Michele Camporese (DIF): 6.0
Lucido e attento, non lascia spazi agli attaccanti del Pescara. Sfiora il gol nel secondo tempo
Luca Martinelli (DIF): 5.0
Prestazione senza sbavature per tutta la partita. Gavrillon, però, è libero di schiacciare in rete in una zona dell'area che è di sua pertinenza
Marco Zambelli (DIF): 6.5
Nel primo tempo è il migliore dei suoi, con un numero impressionante di affondi e assist che partono sempre dalla sua fascia. Nella ripresa subisce un calo fisiologico, ma resta una prestazione ampiamente positiva
Marco Carraro (CEN): 5.0
E' sempre nel vivo del gioco, dai suoi piedi passa un numero impressionante di palloni, ma la percentuale di errore è troppo elevata.
Francesco Deli (CEN): 6.0
E' una spina nel fianco della difesa del Pescara. Protagonista di verticalizzazioni e accelerazioni improvvise, prende mezzo voto in meno per la scarsa concretezza sotto porta
Cristian Agnelli (CEN): 6.5
Un gladiatore per 90 minuti. Il suo pressing manda fuori giri il centrocampo del Pescara. Difficile chiedergli di più
Oliver Kragl (CEN): 5.5
Giocatore dotato di velocità, dinamismo e qualità, si limita al compitino e, pur avendone i mezzi, non trova mai la giocata vincente
Lucas Chiaretti (ATT): 5.5
Si danna l'anima in attacco, ma sbaglia troppe occasioni. Resta comunque un pericolo costante per la difesa del Pescara e sembra sorpreso dalla scelta di Grassadonia che lo sostituisce nella ripresa
Fabio Mazzeo (ATT): 5.0
Sbaglia tanto sotto porta e spreca un rigore che avrebbe potuto indirizzare la gara in tutt'altra direzione. Non è neanche fortunato quando Fiorillo vola all'incrocio, negandogli un gol certo
Gabriele Gori (ATT): 5.5
Troppo poco tempo per lasciare il segno sulla gara
Cristian Galano (ATT): 6.5
Si procura un rigore e crea scompiglio nella tre quarti abruzzesi. Chissà cosa sarebbe successo se avesse giocato dall'inizio
Emanuele Pio Cicerelli (ATT): 6.0
Con il suo ingresso in campo la manovra foggiana riprende vigore e guadagna imprevedibilità

Gli highlights saranno disponibili a breve.

-
Possesso palla
-
7
Tiri totali
8
3
Tiri specchio
2
1
Tiri respinti
1
-
Legni
1
3
Corner
5
-
Falli
-
-
Fuorigioco
-
4
Ammoniti
2
-
Espulsi
-

Pescara-Foggia 1-0

MARCATORI: 73' Gravillon (P).
PESCARA (4-3-3): Fiorillo 7; Del Grosso 6, Perrotta 5, Gravillon 7, Ciofani 5,5 (87' Campagnaro 6) ; Brugman Duarte 6, Kanouté 5,5 (51' Machin 5,5) , Memushaj 6,5; Mancuso 6, Monachello 6,5, Capone 5 (58' Antonucci 6,5) .
A disposizione: Kastrati, Fornasier, Balzano, Palazzi, Melegoni, Cocco, Crecco, Marras, Del Sole.
Allenatore: Giuseppe Pillon 7.
FOGGIA (3-5-2): Bizzarri 6; Loiacono 5,5 (76' Cicerelli 6) , Camporese 6, Martinelli 5; Zambelli 6,5, Carraro 5 (87' Gori 5,5) , Deli 6, Agnelli 6,5, Kragl 5,5; Chiaretti 5,5 (66' Galano 6,5) , Mazzeo 5.
A disposizione: Noppert, Sarri, Ranieri, Arena, Tonucci, Ramé, Gerbo, Busellato, Boldor.
Allenatore: Gianluca Grassadonia 5,5.
ARBITRO: Luigi Pillitteri 5,5
NOTE: nessuna
AMMONITI: 18' Ciofani (P); 34' Perrotta (P); 55' Deli (F); 68' Gravillon (P); 72' Loiacono (F); 83' Memushaj (P).
ESPULSI: nessuno.
ANGOLI: 3-5.
RECUPERO: pt 0, st 5