Calcio: ufficiale, Ronaldinho si ritira

2018-01-16 23:16:00
Pubblicato il 16 gennaio 2018 alle 23:16:00
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Piergiuseppe Pinto

Adesso è ufficiale: Ronaldinho dice addio al calcio. L'annuncio è stato dato dal fratello, Roberto de Assis Moreira, in un'intervista a O Globo. "Ha smesso - ha rivelato il fratello dell'ex Barcellona - la sua carriera è finita. Faremo qualcosa di grande dopo i Mondiali in Russia, forse ad agosto. Ci saranno eventi in Brasile, Europa e Asia. Sicuramente faremo anche una partita con la Nazionale Brasiliana". Ronaldinho, quindi, lascia il calcio. Il brasiliano iniziò la sua carriera nel 1998 con il Gremio, ma dopo tre anni si trasferì in Francia, al Paris Saint-Germain. Dopo due stagioni, arriva al Barcellona, il momento più alto della sua carriera. Con i blaugrana raccoglie 207 presenze, mettendo a segno 94 gol e conquistando due campionati spagnoli consecutivi tra il 2004 ed il 2006 e la Champions League alzata, nel 2006, al Parco dei Principi di Parigi.

Nell'agosto del 2008, approda in Serie A, al Milan, dove in tre anni raccoglie 95 presenze e 26 reti. Dopodiché, il ritorno in Brasile, prima al Flamengo, poi all'Atletico Mineiro, dove vinse la Copa Libertadores nel 2013, infine alla Fluminense dopo una parentesi in Messico al Querétaro. Con il Brasile, invece, ha disputato 97 partite, mettendo a segno 33 gol e vincendo un Bronzo olimpico a Pechino 2008, una Copa America nel 1999, il Mondiale del 2002 in Corea e Giappone e la Confederations Cup nel 2005, anno in cui vinse anche il Pallone d'Oro.