Calcio, Grecia: tre anni di sospensione al presidente del Paok

2018-03-29 13:33:32
Pubblicato il 29 marzo 2018 alle 13:33:32
Categoria: Notizie Calcio
Autore: Piergiuseppe Pinto

Ivan Savvidis, presidente del Paok, è stato squalificato per tre anni. Nel match con l'Aek, il numero uno del club era entrato armato di pistola in segno di protesta per un gol annullato al suo calciatore Varela al 90'. A causa di quell'incredibile episodio, il governo aveva deciso di sospendere il campionato greco. Sono poi arrivate le scuse di Savvidis, rivelatesi ovviamente inutili: è così arrivata la squalifica da parte della Lega dei club, che interdice il presidente della formazione di Salonicco dagli stadi per ben tre anni.

Un gesto che si ripercuote anche sullo stesso Paok: il club, infatti, è stato multato per 100 mila euro, ricevendo però anche tre punti di penalizzazione, che lo fanno retrocedere al terzo posto in classifica, ora a quota 49 e a -3 dall'Aek capolista e a -1 dall'Olympiakos secondo. Intanto, il governo ellenico ha deciso di revocare la sospensione della Super League, decisa subito dopo i fatti di Salonicco: il campionato ripartirà sabato con tre incontri, tra cui proprio quello del Paok, impegnato sul campo dell'Atromitos, quarto a quota 47 e quindi a -2, con tutti i club del massimo campionato greco che hanno però garantito al governo, tramite la fondamentale mediazione della Fifa, di varare riforme anti violenza.