Bundesliga: colpo Dortmund, Bayer ko nel caos

2016-02-21 18:23:41
Pubblicato il 21 febbraio 2016 alle 18:23:41
Categoria: Notizie Bundesliga
Autore: Redazione Datasport.it

Il Borussia Dortmund vince 1-0 sul campo del Bayer Leverkusen e si riporta a -8 dal Bayern. Il gol che regala i tre punti ai gialloneri arriva al 64' e porta la firma di Aubameyang ma la gara sarà ricordata soprattutto per la clamorosa decisione dell'arbitro Zwayer che, dopo il rifiuto del tecnico del Bayer Roger Schmidt (espulso) di lasciare il campo, sospende il match per una decina di minuti per riportare la calma.

Dopo un primo tempo piuttosto soporifero, nella ripresa alla BayArena succede di tutto. Passano due minuti e Aubameyang, servito da un cross di Pulisic, spreca calciando a lato da ottima posizione. La risposta del Bayer è affidata a una combinazione Bellarabi-Hernandez con il Chicharito che esplode il destro messo in corner da Burki. Il risultato si sblocca al minuto 64 quando Aubameyang, al termine di un rapidissimo contropiede nato da un lancio in profondità di Reus per Durm, raccoglie un assist al bacio di quest'ultimo e insacca senza problemi. Il gol scatena le proteste dei giocatori del Bayer Leverkusen secondo cui l'azione del Borussia era nata da un fallo. Si lamenta anche il tecnico delle Aspirine, Roger Schmidt, invitato dal quarto uomo a lasciare il campo.

E qui succede l'incredibile: Schmidt rifiuta di abbandonare il terreno di gioco e l'arbitro Felix Zwayer, probabilmente in segno di protesta per il comportamento del tecnico, decide di sospendere la partita. Tutti negli spogliatoi per schiarirsi le idee e riportare la calma. Si torna a giocare dopo una decina di minuti e da lì in poi succede poco o nulla. Reus va vicinissimo al raddoppio all'87' ma si vede respingere il suo diagonale a botta sicura da Leno. Finisce 1-0 per il Borussia Dortmund che si riporta a -8 dal Bayern vittorioso sabato in rimonta contro il Darmstadt. Pesante battuta d'arresto, invece, per il Bayer Leverkusen che non perdeva in casa da più di due mesi.