Basket, Serie A: Reggiana, blitz a Cantù e vetta con Milano

2016-01-31 23:47:45
Pubblicato il 31 gennaio 2016 alle 23:47:45
Categoria: Serie A Basket
Autore: Redazione Datasport.it

Milano non è più sola in vetta. Dopo 41 vittorie casalinghe consecutive, l’Olimpia cade al Forum contro Avellino (80-81 il finale) e viene raggiunta in testa alla classifica dalla Reggiana che espugna Cantù 74-70 nel match serale della 18esima giornata di serie A. Cadono le seconde della classe, Cremona e Pistoia, fermate rispettivamente a Caserta (73-64) e in casa contro Trento (64-69), mentre in coda successo fondamentale di Pesaro su Varese.

Milano-Avellino 80-81
Si mangia le mani l'Olimpia Milano, capace contro Avellino di buttare via un successo costruito mattone dopo mattone: al Forum finisce 80-81 per la formazione allenata da coach Pino Sacripanti, spinta alla vittoria dalla tripla decisiva di Leunen che taglia le gambe ai biancorossi, incapaci di replicare con l'ultimo possesso a disposizione. Nel lunch match Sassari trova il quarto ko di fila cadendo 88-82 in casa di Brindisi. Ricucito lo strappo nei confronti degli irpini (capaci di volare fino a +12 a metà del terzo quarto), Milano comincia a trovare punti pesanti da parte di Simon (top scorer assieme a Nunnally con 20 punti), e il parziale di otto punti con il quale la squadra di Repesa apre l'ultimo quarto sembra il segnale che lascia presagire al sesto successo consecutivo per l'Olimpia tra campionato ed Eurocup. A 3' dalla fine però gli ospiti iniziano quello che sarà il decisivo controsorpasso: le penetrazioni di Acker e la capacità di colpire da fuori di Leunen sono decisive per ribaltare il match come un calzino e far capitolare Milano. Stop pesantissimo per i biancorossi, che cadono in casa dopo 41 partite interne vinte (ultimo ko interno in casa il 24 marzo 2013 contro Montegranaro).

Cantù-Reggiana 70-74
Se Milano getta al vento il successo contro Avellino, sprecando un vantaggio di 13 punti, la Reggiana si ritrova nel momento decisivo e dopo aver inseguito a lungo Cantù espugna la Mapooro Arena con il punteggio di 74-70. Decisivi i 17 punti di Della Valle che nel terzo tempo scalda la mano dalla lunga (4/9 alla fine da tre) e con De Nicolao guida i suoi nel break decisivo che spezza la partita.

Pistoia-Trento 64-69
Pistoia, invece,  può piangersi addosso per l’occasione persa di tornare in vetta: al PalaCarrara il quintetto di Esposito cede infatti 64-69 all’Aquila Trento dopo aver rimontato da -10 fino a -2 a 1’30” dalla sirena, ma un grande Wright (23 punti e 12 rimbalzi) e due liberi di Forray regalano ai ragazzi di Buscaglia la quinta vittoria di fila.

Caserta-Cremona 73-64
Imprevista battuta d’arresto per Cremona: reduci dal prestigioso successo in Trentino e a caccia del poker di vittorie consecutive, la Vanoli si blocca al PalaMaggiò di Caserta dove viene sconfitta 73-64. Ottima la prova del quintetto di Dell’Agnello che mette a referto 68 dei 73 punti complessivi, mentre alla squadra di Pancotto non bastano i 21 di Washington e i 14 dalla panchina di McGee.

Le altre partite
Al PalaPentassuglia Brindisi esce dalla crisi e accentua quella di Sassari, al quarto stop consecutivo in campionato nonostante i 29 punti di Logan: finisce 68-62 per i ragazzi di Piero Bucchi, tornati alla vittoria dopo una serie di quattro sconfitte consecutive grazie ai 55 punti complessivi del trio Banks-Scott-Harris e a una buona prova difensiva. Dopo la sciagurata sconfitta a Capo d’Orlando, torna al successo Venezia che in casa affonda il fanalino di coda Manital Torino per 73-57, mentre nelle retrovie Pesaro rimonta 18 punti a Varese, diretta rivale per la salvezza), ritrovando così una vittoria (76-61 alla sirena) che mancava da oltre un mese.