Basket, Serie A: derby a Milano, Olimpia sola in vetta

2015-11-30 00:15:47
Basket, Serie A: derby a Milano, Olimpia sola in vetta
Pubblicato il 30 novembre 2015 alle 00:15:47
Categoria: Serie A Basket
Autore: Redazione Datasport.it

Va all'Olimpia Milano il derby della nona giornata di campionato contro Cantù: alla Mapooro Arena finisce 78-71 per i ragazzi di Repesa che in assenza di Gentile si affidano a Lafayette per avere la meglio su Johnson e compagni. Reggio Emilia espugna Pistoia con il punteggio di 77-80 e raggiunge i toscani al secondo posto. A meno due dall'EA7 anche Venezia che batte 65-58 Caserta, mentre Brindisi vince il lunch match contro Varese (80-74).

Dopo l'ottima vittoria in Eurolega contro l'Efes Istanbul senza Gentile, l'Olimpia Milano dimostra anche in campionato di poter fare a meno del proprio capitano: alla Mapooro Arena di Cantù sono McLean e Lafayette a prendere per mano le scarpette rosse che si impongono per 78-71 al termine di una partita vissuta sulle accelerazioni dell'una o dell'altra squadra. Già nel primo quarto Cantù trova il massimo vantaggio (19-8), prima del grande secondo quarto di Milano che colma il divario e portandosi addirittura in vantaggio di 5 lunghezze all'intervallo lungo (41-36).

Abbas non brilla come al solito e allora è Johnson a riportare in partita i suoi: alla fine saranno 28 i punti dell'ala grande ex Pistoia, ma l'Acqua Vitasnella non fa i conti con Lafayette che a 4 minuti dalla fine piazza due bombe da distanza siderale per il +9 Milano. Cantù non ne ha più, l'Olimpia deve solo gestire e con i 18 punti dell'ex Valencia e i 15 di McLean chiude tra gli applausi di coach Repesa sul 78-71.

Nel pomeriggio occhi puntati sul campo di Pistoia, dove Reggio Emilia mette a segno il colpaccio che porta la Grissin Bon al secondo posto in classifica proprio insieme ai toscani. Nell’80-77 con cui i ragazzi di Menetti espugnano il PalaCarrara c’è un ottimo Kaukenas che tira con 8/10 dal campo, mettendo a referto 19 punti prima di uscire per falli: al quintetto di Esposito, al secondo stop di fila dopo la disfatta di Cremona, non bastano invece i 23 punti di Kirk.

Bene Venezia che resta attaccata al gruppetto di testa grazie alla vittoria per 65-58 contro Caserta. Al PalaTaliercio, Cinciarini è micidiale dall’arco dei tre punti (5/7) ma i suoi 19 punti finali non sono sufficienti a guidare la squadra di Dell’Agnello verso un’impresa quasi impossibile. L’Umana, infatti, pur non giocando ai suoi massimi livelli, allunga già nel primo parziale (19-12) per poi tenere a bada i campani con i 19 punti finali di Peric e i 14 di Owens.

Dopo i successi di Trento e Bologna negli anticipi di sabato rispettivamente contro Torino e Avellino, la nona giornata di campionato si era aperta con la vittoria di Brindisi per 80-74 su Varese, al termine di una partita equilibrata fino alla fine: i pugliesi riscattano così la sconfitta di Le Mans in Eurocup mentre per i biancorossi è il secondo stop della settimana dopo quello in Europe Cup sul campo del Szombathely.

Segnalazioni e Consigli. Scrivi alla  redazione di DataSport: segnalazioni@datasport.it